“Anche quando non vuoi” il nuovo singolo della coppia lirica Lupoli De Maio al Pan di Napoli in prima assoluta

22 ottobre 2018 (ore 17. 30) sarà presentato al PAN Palazzo delle Arti Napoli il brano “Anche quando non vuoi“, nuovo singolo del duo lirico Olga De Maio & Luca Lupoli, tenore e soprano, artisti del Teatro San Carlo.

Il brano, scritto da Paolo Audino per il testo con la musica e gli arrangiamenti di Nando Misuraca è figlio della collaborazione dell’etichetta discografica indipendente Suono Libero Music e dell’ Associazione Culturale Noi Per Napoli, diretta dagli stessi artisti.

Il brano composto da Audino-Misuraca è un brano di Pop-Opera che parla dell’amore universale per la musica ma anche più generalmente per l’arte e la bellezza

Infatti Location del videoclip sono Palazzo Caracciolo Napoli ed alcuni scorci bucolici inediti della città della Sirena Partenope.

Il messaggio che gli artisti De Maio e Lupoli desiderano lanciare é quello di spronare i giovani ad avvicinarsi alla musica, in particolare a quella classica, che non dev’essere vista come una disciplina obsoleta, ma come la Madre di tutte le arti musicali, matrice della moderna musica leggera e con cui può, all’occorrenza duettare, un’arte che libera l’anima e rende uomini migliori, ed insieme un Amore per l’arte della musica e del bel canto e come esso possa qualificarsi come un fondamento educativo per tutti i giovani e meno per dare un significato e trasformare le esistenze di chi si sente smarrito, solo, vuoto e senza un senso.

Anche quando non vuoiÈ un accorato appello che questi due artisti con la loro arte e con l’Associazione Culturale Noi per Napoli,di cui sono rappresentanti, rivolgono alle generazioni future, come la città di Napoli abbia nella sua cultura, nella sua arte, nelle sue risorse storico artistiche un inestimabile valore ed enormi potenzialità, che meritano di essere coltivate,diffuse in tutto il mondo, invitando ad operare con coraggio,dignità,passione, onestà per costruire un avvenire migliore, un chiaro messaggio, dunque, a non scoraggiarsi ed a non abbandonare questa stupenda città pur con tutte le difficoltà ed i problemi che quotidianamente deve affrontare.

Il progetto è stato realizzato con il patrocinio del Consiglio Regionale della Campania con la collaborazione dell’ Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli . Sarà distribuito in 240 paesi del mondo attraverso la distribuzione digitale di Believe Distribution Services Italia partner dell’etichetta indipendente napoletana.

Modererà l’incontro il giornalista Giuseppe Giorgio, interveranno , oltre ai due protagonisti canori, numerosi ospiti illustri tra testimonianze, artisti ed Istituzioni locali.

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI.

Infoline: 339 454 5044/ 351 216 7918

Hotel Economico Jesolo garnì Da Vito

Benvenuti nell’hotel economico Jesolo Da Vito, la scelta perfetta per chi cerca una vacanza all’insegna della tranquillità, con dei servizi semplici ed essenziali. Questo albergo garnì è situato nell’entroterra del lido di Jesolo, per offrire a tutti i suoi ospiti un soggiorno in un luogo appartato e lontano dalla confusione estiva, senza però rinunciare alla vicinanza con la spiaggia di Jesolo, che dista a soli 2 km dall’hotel economico Jesolo. Dall’albergo garnì Da Vito è possibile raggiungere facilmente le principali attrazioni, le famose discoteche jesolane e i numerosi eventi estivi che durante la stagione estiva si susseguono. Per chi desidera esplorare il territorio circostante, dall’hotel economico Jesolo Da Vito si può visitare la vicina Venezia, ma anche le altre città turistiche venete come Padova, Verona e Vicenza.

Hotel Garni da Vito
Via Roma Destra 140 30016
Lido di Jesolo (VENEZIA) Italy

info@garnidavito.com
+39.0421.371019

Hotel vicino a Villa Pisani Antica Corte Marchesini

L’Antica Corte Marchesini, vicino a Villa Pisani, dispone sia di camere all’interno dell’albergo divise per tipologia: dalle Suite alle Depandace passando per le Superior & Standard, sia di residence disposti lungo tutta l’area di Campagna Lupia. Anche i vari residence disponibili sono disposti lungo tutta l’area della Riviera del Brenta: il Residence Marchesini, situato a Campagna Lupia, a pochi pochissimi chilometri dalla città di Venezia, il Residence Matteo, situato in centro a Prozzolo, vicino alla stazione per Venezia e autobus per Padova, e il Residence La Corte, a pochi passi dall’hotel vicino a Villa Pisani Antica Corte Marchesini.

Dall’hotel Antica Corte Marchesi è possibile raggiungere, oltre la già citata villa, anche altri lughi turistici come Venenzia, Padova e Chioggia. Assapora un soggiorno unico all’Antica Corte Marchesini, hotel vicino a Villa Pisani.

Regalatevi una vacanza indimenticabile nell’hotel vicino a Villa Pisani Antica Corte Marchesini.

Hotel & Residence
Antica Corte Marchesini

info@hotelcortemarchesini.it 

Via F.lli Cervi, 1 30010
Campagna Lupia Venezia

Tel: +39 041 5140552
Fax +39 041 5145184

Con le donne sono lento: il giorno in cui mi sono rassegnato a quest’idea

Non so voi, ma io con le donne sono lento: il mio destino, oggi, a 39 anni suonati, sembra essere questo. Quand’ero adolescente imberbe (perchè oggi ho la barba che, mi dicono dalla regia, dovrebbe piacere mediamente a tutte) e alle prime esperienza il mio cuore è stato spezzato innumerevoli volte: colpa di una certa mancanza di tatto, a volte (tipica dell’età: del tipo “Ciao sei simpatica, limoniamo?“), ma anche della necessaria audacia – tipo baciarla quando più l’avrebbe gradito, e senza prendere un cazzotto in bocca per averlo fatto. C’è questo, ma c’è pure dell’altro, e dell’altro ancora.

Nella mia vita vanto solo due, lunghe e serissime storie “serie”: quelle in cui arrivi a praticare il kamasutra tutto e non ti basta ma, al tempo stesso, conosci pure i genitori e fai l’educato garbatino ogni volta che ci vai a pranzo. Storie in cui si inizia con l’esaltazione e poi, inesorabile, il grigiore del tempo finisce per sfiorire tutto, fa subentrare un calo di desiderio da entrambi.

Hai voglia che ti parlino di “trovare la persona giusta“: quella è una consolazione da gonzi, l’ho sempre vista così. Ma non è di questo che vi vorrei parlare, oggi.

Dicevo, io sono lento con le donne: sono molto cauto, ancora oggi piuttosto timido, cordiale, tendo comunque ad essere affabile e – se non altro – difficilmente una donna non si apre con me dopo avermi conosciuto un minimo. A meno che non sia sempre ubriaca o fumata, o a meno che non sia una scaricatrice di porto convinta che il libro del signore degli anelli sia ispirato al film, e non viceversa.

Questa, l’affabilità (unita ad un vago feticismo nel parlare con le donne e confidarmi con loro) dovrebbe essere una qualità straordinaria – visto che il 90% delle donne che conosco, mi sembra, posta robe su Facebook in cui lamenta che gli uomini sono tutti porci e non esistono più veri uomini in grado di ascoltarle – ma, alla prova dei fatti, è un atteggiamento che tende solo a farmi zoppicare, a deprimermi, a farmi chiudere in una friendzone atroce nella quale non riesco ad osare più nulla.

Sì, perchè i miei approcci funzionano, riesco nella media dei casi a farmi addirittura voler bene dall’altra, ma basta: non si va oltre quello, mai. E non capisco davvero perchè. E chi risponde “perchè due non fa tre” ed ha superato i 18 anni, merita un cazzotto in bocca (vedi sopra).

Qui inizia la parte seria del post.

Come puoi amare qualcuno
Se pensi di non essere nessuno
Quando ti detesti, e
Pensi che è quello che ti meriti
Perché è così difficile voler bene
Si tratta di questo o è la solitudine?

Come puoi pretendere rispetto
Quando non hai rispetto?
Quando abusi il tuo corpo,
fregatene del tuo pensiero e
Sei la tua peggior vittima
Non ci sarà amore, solo solitudine

Non sono un grande fan dell’autolesionismo e delle canzoni d’amore, ma quella dei Suicidal fa eccezione: e non parlo solo delle canzoni d’amore (per me questa lo è, per quanto parli dei fallimenti in amore e non della sua glorificazione), ma anche del farsi deliberatamente del male. Ti fai del male quando pensi di essere tu, il problema, visto che le donne cambiano e ruotano ma il risultato da troppi anni è sempre lo stesso.

Se una donna che mi piace mi snobba, fa spallucce o passa dal flirt amorevole al distacco totale, ad esempio, non solo mi ferisce – ma distrugge almeno in parte la mia autostima: da anni cerco di controllare questa cosa, senza quasi mai riuscirci.

Sono consapevole che quel pezzo contenga una verità assoluta: non potrai mai amare nessuno, se prima non ti ami da solo. A me viene spontaneo rispondere “sì ma che c’entra“, ma siccome lo penso con lo scatto d’ira dello zitellone incallito magari sì, cazzo, è proprio così. Amarsi da soli, e senza per forza pensare alla masturbazione.  Il danno, del resto, è retroattivo ed ha uno storico di tutto rispetto: ogni volta che conosco una nuova donna, in fondo, non solo mi preoccupo anche un minimo (sempre) perchè penso che andrà male come tutte le altre di default, ma poi ogni volta questo accumulo di rabbia e frustrazione, divento una botte piena di chiodi pronta a saltare in aria. E questo mi rende ombroso, meno solare del solito, meno scopabile, più legnoso – che almeno possa passarmi indifferente questa quantità incredibile di due di picche che ho subito, specie da quando è finita la mia ultima storia seria.

Nel 2002. E nel frattempo la mia ennesima, disastrosa profezia si è autoavverata (vedi qui) per l’ennesima, insopportabile volta.

So many theories, so many prophecies
What we do need is a change of ideas
When we are scared
We can hide in our reveries
But what we need is a change of ideas
Change of ideas, change of ideas
What we need now is a change of ideas (Bad Religion, A Change of Ideas)

Pensate che sia sulla strada della misoginia? Sarete anche autorizzati, ma per me non è così – almeno, non con la maturità raggiunta dopo i 35 anni, i “18 anni” veri, in un certo senso. Vi voglio bene lo stesso (non vi amo che sennò chissà cosa pensate): i vostri sorrisi sono splendidi, i vostri caratteri a volte sembrano davvero ideali per me, la vostra dolcezza è unica, a volte vi penso, a rotazione secondo i casi della vita, poco prima di addormentarvi strangolato dal pensiero che probabilmente non potrò mai avervi con me. Neanche stavolta. I vostri corpi nudi rimangono oggetto di fantasie sbiadite, ancora e per sempre, e per alcune di voi non riesco nemmeno a guardare le foto su Instagram senza soffrire almeno un po’ (a volte lo disinstallo del tutto dal telefono, lo ammetto), la vostra mente … bhe, quella resta un mistero insondabile, per me, per quanto provi a capire e a correggere quello che mi avvicina e poi ogni volta vi fa scappare via. Capìtemi: è l’unica cosa che chiedo – almeno all’inizio.

Sono talmente lento a corteggiare che farmi capire ed accettare mi richiede una pazienza titanica, ogni maledetta volta: ma voi nel frattempo state già flirtando con qualcun altro, io francamente non vi seguo in questo, non riesco, non mi conviene, nella mia economia personale è una perdita triplicata rispetto a quanto sarebbe corteggiarvi coi miei tempi. Per cui sì, voglio uscirne: ma imparate a capire la mia necessaria, incomprensibile, fuori dal tempo ed inesorabile lentezza nell’amare.

Occhiali da Sole Polarizzati Perché Sono Importanti

occhiali da sole polarizzati

Gli occhiali da sole polarizzati sono stati un importante evoluzione per quanto riguarda la qualità delle immagini che vediamo, gli occhiali da sole polarizzati eliminano i disturbi della luce riflessa, restituendo un immagine più nitida ed un contrasto di colori più omogeneo.
Basta entrare in un qualsiasi negozio di ottica Firenze o di qualsiasi altra città per rendersi dei moltissimi modelli esistenti di occhiali da sole polarizzati in vendita, soprattutto per chi ha necessità di guidare o deve stare in ambienti particolarmente esposti al riverbero della luce del sole le lenti polarizzate sono una condizione necessaria per migliorare non solo la vista ma la qualità della vita stessa.
la vista funziona allo stesso modo di una fotocamera, la luce di ciò che vediamo dopo si impressiona sulla retina dopo che ha attraversato la cornea ed il cristallino, l’immagine dalla retina viene convertita in impulsi che arrivano al cervello attraverso il nervo ottico.
Quando si vengano a creare interferenze causate da riflessi che creano abbagliamenti e contrasti di luce innaturali i nostri occhi non riescono a riprodurre fedelmente la realtà che vediamo, un effetto che soprattutto se si è alla guida potrebbero provocare gravi conseguenze.
In alcuni casi i riflessi che creano disturbi alla vista soprattutto se ripetuti spesso possono portare anche ad un affaticamento degli occhi che in alcuni casi inducono anche patologie più o meno importanti.
Le lenti polarizzate sono in grado di eliminare i fastidiosi riflessi che provocano fastidio ed affaticamento agli occhi, grazie agli occhiali polarizzati oggi il problema dei riflessi fastidiosi è risolto in modo completo ed esaudiente.
Basta fare una semplice prova utilizzando un paio di normali occhiali da sole non polarizzati e mettersi alla guida in una giornata assolata ci accorgeremo che i nostri occhi subiscono i fastidiosi riflessi, provate a sostituire gli occhiali da sole normali con un paio di occhiali da sole polarizzati fin da subito noterete una netta differenza avendo fin da subito una maggiore nitidezza ed una maggiore protezione.

La SEO ti aiuta quando vengono rilasciati degli aggiornamenti da parte di Google sui suoi algoritmi

SEO

Quando noti delle variazioni rispetto ai posizionamenti del tuo sito web su Google e delle consequenziali visite entranti, la SEO ha la risposta

Google aggiorna continuamente i suoi algoritmi, quelli che regolano i risultati di ricerca del proprio motore e le relative classificazioni dei siti web che vi sono indicizzati.

Lo scopo di tutto ciò è volto a migliorare il motore di ricerca che vuole fornire le risposte migliori alle interrogazioni degli utenti, quelle più pertinenti che possano portare un vero valore.

Google afferma che l’algoritmo principale è in costante aggiornamento e quando vi sono cambiamenti importanti, significativi, di solito vengono annunciati , così che un SEO possa prenderne conoscenza, informarsi ed eventualmente adeguare le proprie attività per continuare a fornire un buon servizio di ottimizzazione e posizionamento per i siti web dei suoi clienti.

Infatti il SEO è consapevole del fatto che le modifiche di aggiornamento agli algoritmi, possono impattare su una scala molto ampia di siti web, oppure più ristretta, determinando più o meno oscillazione nelle classifiche delle SERP di Google.

A fine di Settembre Google ha confermato che vi è stato un piccolo aggiornamento dell’algoritmo di modesta entità e consequenzialmente alla classificazione dei siti web presso i propri risultati di ricerca.

In relazione a questo, chi ha visto modificare il ranking e le visite del proprio sito web, potrebbe essere stato colpito dall’aggiornamento apportato da Google, allora in questo caso un’Agenzia SEO cosa consiglierebbe di fare?

Nel caso l’impatto sia stato nullo, quindi nessuna perdita di visibilità e neanche un calo di visite, allora si può continuare a fare quello che si è sempre fatto, perchè significa che le cose stanno andando bene.

Contrariamente, se la classificazione in SERP di Google per il tuo sito è peggiorata, allora necessiterà porre attenzione alle proprie pagine web per lavorare meglio ed apportare modifiche di contenuti che possano portare un valore aggiunto agli utenti che lo visitano.

Questa attenzione per il proprio sito web deve essere costante, come affermano le principali Agenzie SEO che conoscono l’argomento, perché come sostiene Google da tempo, giornalmente vengono rilasciate una o più modifiche per fare in modo che i risultati delle ricerche migliorino , tanto che alcune riguardano perfezionamenti con caratteristiche ben delineate, altri invece riguardano modifiche sostanziali di grande impatto generale che vengono effettuati più volte durante l’arco di un anno.

L’aggiornamento degli algoritmi del motore di ricerca del colosso di Mountain View, essendo portato a creare un costante perfezionamento, alle volte determina la premiazione di siti web che fino a quel momento erano sotto stimati, facendoli avanzare verso i risultati più alti della sua classificazione, rendendoli quindi più visibili agli utenti, viceversa altri indietreggiano.

Si intende con facilità che quando questo accade, chi è stato penalizzato, dovrà lavorare più intensamente sulla creazione di contenuti e risorse che esprimano della qualità, così che con il passare del tempo il sito web possa essere rivalutato dallo stesso algoritmo che lo ha sfavorito.

www.areaseo.it