Gioielli in Oro un Eccellenza del Made in Italy

gioielli in oro

I gioielli oro italiani sono una delle tante eccellenze del made in italy, Arezzo, Valenza e Vicenza sono i distretti orafi che portano nel mondo la tradizione orafa italiana con grande qualità e successo nonostante la congiuntura economica in europa non sia favorevole alla vendita dei gioielli e solo la domanda compro oro per investimento risulta avere un trend positivo. Il settore orafo Italiano colpito in modo pesante dalla crisi che continua ad attanagliare il continente Europeo ha cercato di espandere in modo più incisivo il proprio raggio d’azione verso i paesi in crescita economica che sempre più spesso si trovano nel continente Asiatico, dove il gioiello in oro è talmente apprezzato da essere quasi considerato un vero e proprio culto. Per quanto riguarda il mercato europeo, dove la crisi economica continua a deprimere la richiesta di gioielli realizzati in oro e in altri metalli preziosi per gli elevati costi di acquisto, l’industria orafa e della gioielleria in accordo con i grandi brand del settore hanno aperto linee diversificate di produzione di gioielli a basso costo. Il settore orafo Italiano punta alla creazione di un prodotto ad elevato contenuto di stile improntate in molti casi anche ad idee innovative ed originali arricchite dalla presenza di importanti brand, la caratteristica che contraddistingue tali gioielli è l’utilizzo di materiali non preziosi dal basso costo che permettano al prodotto finale di avere un prezzo di mercato abbordabile anche in europa.

In alcuni casi la presenza di oro e di altri metalli preziosi non è del tutto scomparsa ma è stata ridotta unendo questi metalli preziosi con altre tipologie di metalli e in alcuni casi con materiali diversi come il legno, la ceramica o le resine, usando innovativi metodi e nuove tecnologie che conferiscano a questi gioielli un alto valore aggiunto dato dalla lavorazione, in alcuni casi la presenza di oro e altri metalli preziosi è stata diminuita puntando su forme dagli stili e dai design più snelli.

Un settore che spinto dalla congiuntura economica negativa è cresciuto molto in europa negli ultimi anni con l’entrata sul mercato di importanti marchi e stilisti di moda italiani e internazionali che si sono dedicati alla creazione di gioielli, orologi e accessori realizzati con metalli come come acciaio e bronzo in alcuni in abbinamento ad altri materiali come gomma e pietre dall’aspetto luccicante.

Microtelecamere: guida alla scelta tra vari tipi

Sul web è possibile trovare vari tipi di microtelecamere: dispositivi di registrazione video e audio di dimensioni ridotte, che si possono installare all’interno di una stanza, di un esterno di un edificio oppure che si possono indossare e tenere addosso, utilizzandoli grazie ad una batteria.

Introduzione

In questo articolo vedremo i vari modelli di microcamere che potete trovare sul mercato, pro e contro e loro caratteristiche più importanti. In questo modo potrete capire un po’ meglio le differenze ed essere guidati nell’acquisto. Vi ricordiamo che l’uso di questi dispositivi potrebbe portarvi a commettere dei reati, e che non è consentito dalla legge, in generale, utilizzare per scopi illeciti come spiare gli altri a loro insaputa.

Utilizzate sempre questa tecnologia con responsabilità e consapevolezza.

Microtelecamere di videosorveglianza con sensore (per interni)

Entrano in azione grazie ad un sensore di suono: sono molto piccole e si attivano in automatico, registrando su scheda SD. Sono ideali per registrare negli interni.

Uno dei modelli più diffusi di questo tipo costa meno di 50 euro, e lo trovate su Amazon.

Microtelecamere di videosorveglianza con sensore (per esterni) – Telecamere per automobili

Entrano in azione soltanto quando una persona si trova nelle vicinanze di una zona video-sorvegliata: sono molto piccole e si attivano in automatico grazie ad un sensore interno. Sono ideali, in genere, per registrare sia di notte che di giorno, ad esempio si possono porre dentro la propria auto in sosta nel parcheggio.

Uno dei modelli più diffusi di questo tipo costa meno di 100 euro, ed è reperibile su Amazon.

Microtelecamere negli occhiali

Questo è uno dei modelli più tecnologici, senza dubbio. Dalla ricarica completa questi modelli forniscono un’autonomia di circa un’ora di riprese. Contiene occhiali con microcamera, manuale d’uso, cavo USB (scheda di memoria SD NON inclusa, da prendere a parte – vedi qui).

Microtelecamere Wi-Fi

Evoluzione degli altri modelli, si collega e può essere controllata via internet. Questo tipo di videocamera può essere utilizzata sia per esterni che per interni; ammesso che sia presente copertura wireless, permette di essere controllata e visionata da remoto. Include sensori di movimento, supporta micro SD fino a 128GB.

Questo modello della Fredi è uno dei più venduti, di questo tipo.

Microtelecamere a penna

Si possono indossare e tenere in tasca, dall’aspetto sono delle penne normalissime ma in realtà si tratta di microtelecamere in HD. Permettono di registrare grazie allo scatto del pulsante per aprire la penna, e registrano tutto ad esempio da taschino della giacca.

Un esempio tra i più venduti costa meno di 100 euro ed è questo.

Magia del Bel Canto sulla terrazza borbonica di Gaeta con il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli

Una vera “magia” di bel canto,note e danza la sera del  7 agosto 2018 sulla suggestiva Terrazza Borbonica di Punta Stendardo a Gaeta per il Recital lirico “Le Pagine d’oro del bel canto” organizzato dall ‘Associazione Culturale “La Magica“, rappresentata dal Dott. Augusto Ciccolella, fortemente voluta dal Comune di Gaeta,rappresentato ieri dalla Prof.ssaMariapia Alois,delegata alla Cultura, che ha espresso parole di vivo apprezzamento per il grande successo, accoglienza di pubblico,per l’alto livello espresso della serata: protagonisti gli artisti il soprano Olga De Maio, il tenore Luca Lupoli, artisti lirici del Teatro San Carlo e rappresentanti dell’Associazione Culturale Noi per Napoli che ha curato la realizzazione artistica del Concerto.

Ad accompagnare gli artisti lirici l’ensemble strumentale composto dalla pianista Natalyia Apolenskaja, dal violinista Antonio Ruocco,dal violoncellista Vincenzo Santangelo.

Sono state eseguite alcune delle arie più celebri del melodramma italiano tratte da autori quali Puccini,Verdi,che hanno estasiato il pubblico, magistralmente interpretate dai due artisti Olga De Maio Luca Lupoli: il repertorio è stato molto ricco e variegato, passando attraverso vari generi tra la romanza da Salotto di Tosti,De Curtis,l’operetta di Lehar che ha fatto andare il pubblico letteralmente in visibilio,poi l’immancabile canzone classica napoletana con i brani d’epoca liberty di Di Giacomo Tosti,Marechiaro,dei fratelli De Curtis Torna A SurrientoO sole mio...

I brani musicali e canori sono stati incorniciati dai precisi e brillanti interventi storici del giornalista Giuseppe Giorgio, che,interpretando la parte di un cronista dell’epoca liberty,ha condotto per mano gli spettatori in questo magico viaggio nella musica.

Parte questa volta dello spettacolo-Recital le coreografie di Marcella Martusciello,esibitasi anche come ballerina in duo con Giosuè Carbone che si sono perfettamente inserite come dei quadretti nei brani musicali.

Possiamo affermare che è stato uno spettacolo che ha offerto l’arte a trecentosessanta gradi con tutti gli elementi dello spettacolo lirico e cioè canto,musica e danza, con un’ambientazione da “Salotto d’epoca liberty, essendo i protagonisti in rigoroso abito bella époque.

Pubblico commosso, si è espresso in autentiche ovazioni, in una serata splendida in una meravigliosa location, quale appunto la Terrazza Borbonica di Punta Stendardo a Gaeta che tra ha fatto da perfetta cornice allo spettacolo, circondato da una scenografia naturale del Golfo di Gaeta.

Tanti applausi, richieste di bis,riogorosamente concesse dagli artisti per un finale scoppiettante che ha saputo coinvolgere tutti gli spettatori.

Con questo terzo spettacolo estivo,preceduto dalle Rassegne “Le Sere d’Estate in Villa Floridiana ” e Cinemart Estate a Napoli, il progetto dell’Associazione Culturale Noi per Napoli, imperniato sulla diffusione e la promozione del belcanto ,ideato dai due artisti Olga De Maio e Luca Lupoli,ambientato spesso in luoghi storici, verrà portato avanti in nuove location e nuovi appuntamenti in via di elaborazione e saranno comunicati puntualmente sui loro canali social web.

Una vera “magia” di bel canto,note e danza ieri sera 7 agosto 2018 sulla suggestiva Terrazza Borbonica di Punta Stendardo a Gaeta per il Recital lirico “Le Pagine d’oro del bel canto “, organizzato dall’Associazione Culturale “La Magica”, rappresentata dal Dott. Augusto Ciccolella, fortemente voluta dal Comune di Gaeta,rappresentato ieri dalla Prof.ssaMariapia Alois,delegata alla Cultura, che ha espresso parole di vivo apprezzamento per il grande successo, accoglienza di pubblico,per l’alto livello espresso della serata: protagonisti gli artisti il soprano Olga De Maio, il tenore Luca Lupoli, artisti lirici del Teatro San Carlo e rappresentanti dell’Associazione Culturale Noi per Napoli che ha curato la realizzazione artistica del Concerto.

Ad accompagnare gli artisti lirici l’ensemble strumentale composto dalla pianista Natalyia Apolenskaja, dal violinista Antonio Ruocco,dal violoncellista Vincenzo Santangelo.

Sono state eseguite alcune delle arie più celebri del melodramma italiano tratte da autori quali Puccini,Verdi,che hanno estasiato il pubblico, magistralmente interpretate dai due artisti Olga De Maio e Luca Lupoli: il repertorio è stato molto ricco e variegato, passando attraverso vari generi tra la romanza da Salotto di Tosti,De Curtis,l’operetta di Lehar che ha fatto andare il pubblico letteralmente in visibilio,poi l’immancabile canzone classica napoletana con i brani d’epoca liberty di Di Giacomo Tosti,Marechiaro,dei fratelli De Curtis Torna A Surriento, O sole mio…

I brani musicali e canori sono stati incorniciati dai precisi e brillanti interventi storici del giornalista Giuseppe Giorgio, che,interpretando la parte di un cronista dell’epoca liberty,ha condotto per mano gli spettatori in questo magico viaggio nella musica.

Parte questa volta dello spettacolo-Recital le coreografie di Marcella Martusciello,esibitasi anche come ballerine in duo con Giosuè Carbone che si sono perfettamente inserite come dei quadretti nei brani musicali.

Possiamo affermare che è stato uno spettacolo che ha offerto l’arte a trecentosessanta gradi con tutti gli elementi dello spettacolo lirico e cioè canto,musica e danza, con un’ambientazione da “Salotto” d’epoca liberty, essendo i protagonisti in rigoroso abito bella époque.

Pubblico commosso, si è espresso in autentiche ovazioni, in una serata splendida in una meravigliosa location, quale appunto la Terrazza Borbonica di Punta Stendardo a Gaeta che tra ha fatto da perfetta cornice allo spettacolo, circondato da una scenografia naturale del Golfo di Gaeta.

Tanti applausi, richieste di bis,riogorosamente concesse dagli artisti per un finale scoppiettante che ha saputo coinvolgere tutti gli spettatori.

Con questo terzo spettacolo estivo,preceduto dalle Rassegne “Le Sere d’Estate in Villa Floridiana ” e Cinemart Estate a Napoli, il progetto dell’Associazione Culturale Noi per Napoli, imperniato sulla diffusione e la promozione del belcanto ,ideato dai due artisti Olga De Maio e Luca Lupoli,ambientato spesso in luoghi storici, verrà portato avanti in nuove location e nuovi appuntamenti in via di elaborazione e saranno comunicati puntualmente sui loro canali social web http://www.noipernapoli.it https://www.facebook.com/AssociazioneNoiPerNapoli/https://www.youtube.com/user/LucaLupoliTenore

3 disavventure nate sui social e finite male nella vita reale

Tante volte si parla di “vita virtuale” sui social, per sottolineare il culto dell’apparenza che sembra accompagnarle. In molti casi si dimentica una cosa importante: molto di quello che succede sui social è reale, perchè ci sono vere persone (e non robot) che le fanno. Eccovi una rassegna delle 10 disavventure più incredibili che siano capitate a influencer, instagrammers e blogger.

PlaneBae

#PlaneBae è l’hashtag associato alla storia di un flirt in diretta: la cosa interessante è che è nato all’insaputa dei due protagonisti della storia. Tutto nasce su un aereo, nel quale un uomo ed una donna seduti vicino vengono ripresi in una storia di Instagram da due passeggeri sul retro. I due hanno chiacchierato/flirtato, si sono mostrati reciprocamente foto e una volta scesi dall’aereo si sono allontanati insieme. Tutte queste cose, però, non le sappiamo perché le hanno raccontate loro, ma perché le ha rese pubbliche, in diretta, un’altra persona che si trovava sull’aereo mediante Instagram

La storia è diventata virale ed ha messo a repentaglio la vita privata dei due protagonisti.

Attaccata da uno squalo

Katarina Zarutskie è una diciannovenne, studentessa universitaria e instagrammer, che gestisce un blog di lifestyle e possiede un discreto seguito di fan; durante una vacanza con genitori e fidanzato, ha avvistato degli squali in una zona. Cogliendo subito una buona opportunità per fare qualche foto e postare qualche storia, ha deciso di avvicinarsi un po’ per capire se fosse possibile. Quella che sembrava una follia – avvicinarsi a nuoto ad una zona infestata da squali – è diventata una cosa normale, tanto più che la ragazza non ha valutato che la cosa fosse piuttosto pericolosa: è stata attaccata dagli animali ed è riuscita a cavarsela con qualche ferita.

Precipitato da un palazzo

Questa è una triste storia avvenuta a New York, e che risale a qualche giorno fa: il corpo del giovane Jackson Coe, 25 anni, è stato ritrovato riverso per terra nei pressi di Grove Street. Le ferite presenti sul corpo hanno fatto pensare da subito ad una caduta di grossa entità, ed escludendo altre ipotesi (tra cui quella che fosse ubriaco, data la prossimità di una lattina di birra nelle vicinanze) sembrerebbe che l’instagrammer, noto per numerosi e suggestivi autoscatti sull’orlo di grattacieli, sia precipitato da molto in alto.

 

 

(fonti: NYtimes, )

Matrimonio in Estate Idee per il Catering

matrimonio in estate catering

I matrimoni tradizionalmente vengono celebrati nei mesi estivi in quanto il bel tempo e le giornate più lunghe favoriscono lo svolgimento dei festeggiamenti e dei pranzi in location esterne particolarmente affascinanti per questo tipo di ricevimenti.
Festeggiare un matrimonio in estate permette di poter contare su lunghe giornate che si possono protrarre all’aperto fino a notte godendo di un clima fresco e piacevole.
Per i ricevimenti che si svolgono nei mesi estivi più caldi è consigliabile concordare con il ristorante o il servizio catering un menu più leggero rispetto a quello invernale troppo pesante che rischierebbe di mettere in difficolta gli invitati a proseguire la partecipazione della festa che si protraggono anche per intere giornate.
Oltre ad un menu fresco e leggero durante i ricevimenti estivi ci sono altri aspetti da curare per mettere a proprio agio i partecipanti come la creazione di ambienti comodi e freschi dove gli invitati possono beneficiare di ristoro e zone all’ombra.
Quando la gran parte della cerimonia si svolge all’aperto e preferibile concordare un catering matrimonio con menu estivo che preveda buffet in vari momenti della cerimonia e soprattutto che fornisca la possibilità di bere per tutta la durata del ricevimento con leggeri aperitivi e bevande alla frutta dissetanti oltre a macedonie e insalate fantasia che possono fornire un supporto alimentare adeguato ad un’eventuale protrarsi eccessivo della cerimonia prima del pranzo.
Per quanto riguarda la location se all’aperto e priva di ombra è consigliabile la montatura di strutture ricettive adeguate che forniscano ampie zone riparate dal sole con teli adeguati che non facciano filtrare i raggi del sole.
Un menu a base di pesce può essere indicato ai catering matrimonio in estate, dove oltre a servire i classici antipasti e secondi di pesce arrosto o fritto si può concordare portate crude, a base di tartare e frutti di mare da combinare con piatti di verdurine fresche.
Anche la torta nuziale dovrebbe tener conto del periodo estivo particolarmente caldo, meglio privilegiare frutta, panna e gelato ed evitare creme e cioccolato spesso troppo elaborati per essere consumati nel periodo estivo.

Oro e Metalli in Esaurimento

oro e metalli

Da alcune proiezioni sembra che oro e altri metalli siano in esaurimento e potrebbero finire presto almeno per quanto riguarda quelli che si trovano sul pianeta Terra, se cosi fosse il mondo produttivo attuale sembra proprio destinato a dover subire profondi cambiamenti, le proiezioni degli studi realizzati rivelano che le risorse terrestri potrebbero durare solo pochi decenni agli attuali ritmi di approvvigionamento. Le previsioni fatte rivelano diversi risultati che variano secondo i metalli, questi vanno dai 30 anni per l’argento, ai poco più di 40 per l’oro e anche se per quanto riguarda il platino sembra che ai ritmi attuali possa durare più di 300 anni di vita. Ma non sono solo i metalli preziosi ad avere problemi di esaurimento; il rame uno dei metalli più utilizzati sembra potrebbe finire in 60 anni, altri metalli in esaurimento rapido sono l’indio, nichel, stagno, zinco e antimonio. Un metallo che sembra possa durare ancora per molto sembra essere l’alluminio.

La notizia buona è che saremo costretti ad utilizzare il riciclo per poter continuare ad utilizzare questi metalli, questo potrebbe dare il via a vere politiche di recupero che potrebbero avere benefici positivi sull’ambiente. Uno degli esempi di riciclo più diffusi in italia che attualmente perfettamente riuscito per quanto riguarda il riciclo dei metalli sono i compro oro a Firenze e di tutte le altre città di italia e non solo. Qualcuno sta ipotizzando anche o sfruttamento dei metalli presenti nello spazio ipotesi che finirà per diventare realtà ma che verosimilmente dovrà attendere ancora molto tempo, nel frattempo sarebbe bene abituarsi a non sprecare troppo questi metalli visto che tra breve la scarsità potrebbe provocarne vertiginosi aumenti come già sta accadendo per il rame che fino a poco tempo fa era considerato tra i metalli più conveniente da utilizzare per quanto riguarda il costo.