I consigli dello Chef del Ristorante di Pesce: Sugli acquisti e sui benefici salutari dei prodotti ittici

I consigli dello Chef del Ristorante di Pesce: Sugli acquisti e sui benefici salutari dei prodotti ittici
Vota questo articolo

Il pesce non è solo ottimo per la tua salute, è versatile, delizioso e cuoce in un attimo. Quindi, perché così tante persone evitano di acquistarlo? Ecco alcuni aspetti divertenti sul pesce, svelati da uno degli Chef più conosciuti presso i Ristoranti di Bologna, amante da sempre dei prodotti ittici e delle pietanze con i quali si possono creare sapori ineguagliabili ed allo stesso tempo alcuni incoraggiamenti per integrare questa proteina naturalmente povera di grassi nei piani dei pasti settimanali.

Benefici per la salute

Il pesce ed i frutti di mare sono una buona fonte di proteine, oltre a contenere vitamine e minerali, sono naturalmente a basso contenuto di grassi e molte specie contengono acidi grassi omega-3 altamente benefici. Gli Omega-3 sono essenziali per aiutare a trasformare il cibo in energia, sono considerati importanti per il funzionamento del cervello, degli occhi e dei nervi e l’evidenza suggerisce che queste sostanze, riducono anche il rischio di malattie coronariche. I pesci ad alto contenuto di questa proprietà, sono quelli grassi, come il salmone, lo sgombro, le sardine, la trota e le aringhe, inoltre anche alcuni molluschi, come cozze, ostriche e granchi sono buone fonti di acidi omega-3.

Raccomandazioni e dosi settimanali

A causa di questi grandi benefici per la salute, i migliori nutrizionisti raccomandano di mangiare almeno 2 porzioni di pesce ogni settimana, con una di queste che sia composta da un pesce grasso. Attenzione però, perchè è giusto sapere che a causa degli inquinanti nei nostri mari, alcuni pesci contengono alte concentrazioni di mercurio e altre tossine dannose, va da se, dunque che più grande è il pesce, maggiore sarà il livello dei contaminanti. L’ingestione di alti livelli di mercurio è considerata pericolosa, in particolare per le donne incinte, le donne che allattano, i molto giovani e gli anziani. Molto indicato allora rifornirsi di pesci che sono bassi nella catena alimentare e quindi più piccoli ( basti pensare alle sardine, alle acciughe, agli sgombri ) significa che così facendo si avrà meno esposizione ad alti livelli di mercurio presenti, ottenendo comunque tutti i benefici delle proteine ipocaloriche e degli acidi grassi. In più, si può di certo affermare che mangiare una varietà ben articolata di pesce e frutti di mare è un buon modo per limitare l’esposizione ai contaminanti, per questo i migliori Ristoranti specializzati nei prodotti ittici, di solito hanno un menù variegato con un’ampia scelta.

www.trattoriasabbiadimare.it

+++++++ Pubblicità +++++++