Visitare le Isole Eolie dalla Calabria: cosa fare, cosa vedere

5 (100%) 2 votes

Se il vostro desiderio per quest’estate è quello di visitare le Isole Eolie, potrete agevolmente raggiungerle mediante le numerose compagnie che effettuano regolarmente questo servizio. Le isole nel dettaglio sono Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli (spesso ben visibile anche dalla Calabria, ad esempio da Zambrone o Capo Vaticano, specie in condizioni di bassa foschia), Filicudi, Alicudi e Panarea, e sono indubbiamente tra le più belle del Mediterraneo; ad oggi, vantano la bellezza di 600.000 visitatori all’anno. In alcuni casi sarà necessario attrezzarsi a dovere per fare camping, trekking, escursioni o immersioni, ma – a seconda delle vostre passioni – troverete qualcosa di bello anche per voi: l’importante sarà prenotare per tempo!

Il viaggio alle Eolie comprende numerose tappe, tra le quali viene lasciato il tempo per visitare l’isola oppure per fare un bel bagno: a Vulcano, ad esempio, è possibile sia fare i fanghi che fare un bel bagno. Visitando Lipari, poi, si potrà visitare il famoso museo Eoliano e fare un po’ di shopping sempre in zona. Molti viaggi proseguono poi a visitare Stromboli, facendo la circumnavigazione dell’isola e della Sciara di fuoco: anche qui è solitamente prevista una soste per visitare il paese o fare un altro bel bagno. Se si parte la mattina, solitamente il rientro è in serata. Le Eolie possono diventare il luogo ideale di vacanza per chiunque sia in cerca di una vacanza di pieno relax. In questa guida spiegheremo come e cosa visitare nelle isole Eolie e Lipari.

Cosa fare alle Isole Eolie?

Le opportunità per i turisti sono tantissime:

  • fare una scalata dello Stromboli (la gif animata che ho incluso nell’articolo ne mostra un frammento);
  • fare una scalata al cratere di Vulcano;
  • assaggiare la malvasia dell’isola di Salina;
  • visitare il museo archeologico di Lipari;
  • fare un giro a Coral Beach (Canneto di Lipari);
  • fare il bagno tra le insenature rocciose di Panarea (Calajunco);
  • godersi la Spiaggia dell’Asino (Isola Vulcano);
  • fare un giro in barca a Filicudi;
  • fare un bagno alla Spiaggia dello Scario (Malfa) ;
  • fare un giro in barca, oppure canottaggio (kayak);
  • visitare la Cattedrale di San Bartolomeo (Lipari);
  • visitare la Chiesa Vecchia di Quattropani (ancora a Lipari);
  • fare una passeggiata ad Alicudi;
  • vedere le EX Cave Pomice (a Lipari);
  • visitare Capo Grillo;
  • fare Immersioni e snorkeling;
  • fare un bagno a Salina presso Pollara (l’isola resa celebre da “Il postino” di Troisi); l’isola presenta anche una riserva naturale, ed è uno dei luoghi ideali per famiglie e per chi cercasse la massima tranquillità;
  • fare camping, oppure dormire presso una delle strutture presenti nelle isole;
  • visitare la Baia Negra (Isola Vulcano);
  • fare i fanghi alle Terme di Vulcano;
  • fare una passeggiata nella zona di Caolino a Lipari;
  • visitare l’ Area Balneabile di Pollara (Isola di Salina).

Da dove si parte

Partendo dalla Calabria ci sono numerosi posti che vi permetteranno di arrivare alle Eolie; per quanto riguarda la zona balnerare, potete considerare di far partire la traversata dal porto di Vibo Marina, ma anche da Zambrone Marina, da Tropea, Capo Vaticano e così via. Molte danno la possibilità di partire direttamente dalla spiaggia, per cui basta prenotarsi per tempo e tenere conto che il viaggio sarà comunque soggetto alle condizioni meteo (se c’è cattivo tempo solitamente il biglietto viene rimborsato).

Sono previsti altri tipi di escursioni come ad esempio fare trekking a Vulcano (come accennato in precedenza) oppure visitare Stromboli by night, il che permette di visitare l’isola in notturna e gustarne appieno il fascino. Per ulteriori informazioni si suggerisce di visionare il sito capovaticano.eu (altre fonti: giornaledilipari.it, eolieolie.com, ideeviaggi.zingarate.com).

Lascia un commento