PRIMAVERA 2018 ALL’INSEGNA DELLO SPORT OUTDOOR, DELLA CULTURA E DEL BUON CIBO: ACCADE A KRŠKO, SLOVENIA

PRIMAVERA 2018 ALL’INSEGNA DELLO SPORT OUTDOOR, DELLA CULTURA E DEL BUON CIBO: ACCADE A KRŠKO, SLOVENIA
Vota questo articolo

 

Nel verde incontenibile della Slovenia orientale, la cittadina di Krško e la regione del Posavje sono una terra incantata di grandi fiumi, colline, castelli e foreste venerande. La meta ideale per un viaggio di primavera, tra lunghe camminate, paesaggi meravigliosi, visite culturali e degustazioni della ricca tradizione gastronomica e vinicola locale.

 

La meraviglia di un paesaggio idilliaco, l’aria pulita, il profumo dei boschi e della campagna, una ricca tradizione enogastronomica e innumerevoli attività all’aria aperta. Sono questi gli ingredienti per un perfetto viaggio di primavera. Ed è questo che offre la bella cittadina slovena di Krško e i suoi dintorni. Situata nella regione del Posavje, attraversata dal fiume più lungo della Slovenia, la grandiosa Sava, Krško è la destinazione perfetta per unire gite culturali, attività all’aria aperta e relax.

Krško è una cittadina di circa 30mila abitanti, a misura di persona e ricca di storia. Da visitare a tutti i costi, ad esempio, il Castello di Rajhenburg, arroccato su un monte alla confluenza tra il fiume Brestanica e la Sava. Costruito su un’antica fortezza romana a metà del XII secolo, oggi il Castello è spesso la sede di concerti, mostre e opere teatrali, e grazie all’esposizione permanente del suo museo, permette di conoscere bene la storia di tutta la regione. Da vedere anche la chiesa di Santa Rosalia, il bel parco cittadino, il museo civico e, naturalmente, il centro storico.

A una decina di chilometri da Krško poi, c’è Brežice, cittadina storica poco lontana dal confine croato. L’omonimo Castello è una delle attrattive principali della città, e ospita il Museo di Brežice, dedicato alla regione del Posavje. Qui sono esposti i reperti archeologici rinvenuti durante gli scavi nella grotta Ajdovska, scoperta nel XIX secolo fra le colline vicino Krško. Gli scavi hanno dimostrato che la caverna fu utilizzata da popolazioni dell’età della pietra, che hanno lasciato diverse testimonianze del loro passaggio, come ceramiche, gioielli e strumenti risalenti a 6mila anni fa.

Ma la regione del Posavje è rinomata anche per la sua cultura gastronomica, e soprattutto per la sua importante tradizione vinicola. Nelle campagne intorno alla città molte aziende agricole organizzano tour guidati dei vigneti e delle cantine, e degustazioni dei loro vini più pregiati. Negli agriturismi invece si trovano i piatti tipici della tradizione, preparati con ingredienti genuini, a Km 0, da gustare immersi nel verde.

Infine, chi ama fare lunghe passeggiate o pedalate all’aria aperta, potrà scegliere tra innumerevoli percorsi e sentieri. Fino al 1° luglio, tra l’altro, a Krško e dintorni si tiene lo Spring Hiking Festival, con un fitto calendario di escursioni di varia durata, pensate per ogni tipo di pubblico, dagli habitué del trekking alle famiglie con bambini piccoli o persone anziane.

Le bellezze naturali da vedere di certo non mancano. A cominciare dalla foresta di Krakov, ad esempio, il più grande bosco di querce del paese mitteleuropeo. Al suo interno si trova una foresta vergine di querce secolari, proclamata riserva naturale protetta nel 1952. Un altro esempio sono i sentieri escursionistici per andare alla scoperta delle montagne intorno a Krško, habitat di numerose specie di flora e fauna (ad esempio il tasso, o le orchidee). Ma l’escursionismo e il biking non sono gli unici sport che si possono praticare qui: per esempio, si può provare l’emozione a dir poco adrenalinica di scivolare sulle acque del fiume in Kayak.

 

 

 

+++++++ Pubblicità +++++++