Radical chic: cosa significa, e da dove nasce questa espressione

Radical chic: cosa significa, e da dove nasce questa espressione
Vota questo articolo

Nel dibattito politico ed al bar con gli amici una delle parole più diffuse è certamente “buonista”; ma anche “radical chic” possiede una discreta storia. Se andiamo a cercare la definizione di questo termine – che ha qualcosa in senso spregiativo in comune con quella accezione particolare di “buonista” – leggiamo: Che riflette il sinistrismo di maniera di certi ambienti culturali d’élite, che si atteggiano a sostenitori e promotori di riforme o cambiamenti politici e sociali più appariscenti e velleitari che sostanziali.

L’inventore dell’espressione, pochi sanno, risale addirittura al 1970 da parte dello scrittore Tom Wolfe, saggista, giornalista, scrittore e critico d’arte statunitense scomparso quest’anno. espressione è lo scrittore americano Tom Wolfe—uno dei massimi esponenti del New Journalism, da poco scomparso. Il suo articolo pubblicato sul New York Magazine utilizza questa espressione probabilmente per la prima volta in un parallelo neologistico che si potrebbe ricondurre, ad esempio, al termine heavy metal kid” coniato da Burroughs ed utilizzato in seguito per definire il celebre genere musicale. Nel suo articolo si raccontava di Felicia Bernstein, moglie del direttore d’orchestra Leonard, organizzò a casa sua per raccogliere fondi a sostegno delle Pantere Nere.

Nel giugno del 1970 Wolfe pubblicò un lungo reportage sul New York Magazine intitolato “Radical Chic, That Party at Lenny’s,” dove descriveva un ricevimento che Felicia Montealegre (moglie del direttore d’orchestra Bernstein) aveva organizzato in favore del movimento politico delle Pantere Nere. La Montealegre era in genere malvista per le sue posizioni politiche e venne duramente critica per il proprio atteggiamento nell’articolo citato, venendo pure arrestata in seguito durante una marcia pacifista qualche anno dopo.

Il termine radical chic è ormai entrato nel dizionario comune del dibattito politico italiano, per indicare borghesi (come si diceva secondo il lessico politico di una volta) che ostentino per convenienza, in modo anacronistico o senza reale convinzione un credo politico di estrema sinistra.

+++++++
managed wordpress hosting

Ti potrebbero interessare ...

7 motivi per cui le persone credono nei complotti L'allunaggio del 1969 non è mai avvenuto, ma fu invece una ricostruzione cinematografica; i vaccini vogliono avvelenarci tutti e contengono sostan...
Articoli più letti Consulta gli articoli più popolari nel nostro sito.
Come funziona davvero Happn, l’app per incon... Happn è un'app per conoscere e contattare gente che hai incrociato per strada, ovviamente se hai lasciato l'app in esecuzione e se hai fatto un po' di...
Vita di gruppo! Il gruppo tra identità e appartene... In questo articolo la psicologa Tiziana Giancola affronta un argomento molto dibattuto: il gruppo. Ognuno di noi fa parte di uno o più gruppi, anche s...
Articolo creato 51

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto