Spese legali: come funzionano gli ISA e quanto potrebbero pesare nel preventivo avvocato

Spese legali: come funzionano gli ISA e quanto potrebbero pesare nel preventivo avvocato
5 (100%) 2 voti

Le spese legali che risultano dal preventivo avvocato non confluiscono tutte nel guadagno dello studio legale ma includono anche il rimborso per alcuni costi che il professionista sostiene e le imposte che versa. Gli ISA avvocati hanno preso il posto degli studi di settore: il punteggio di affidabilità suddivide gli avvocati in categorie alle quali corrispondono diversi livelli di preventivi legali. Lo scopo è quello di evitare il nero.

Indici ISA avvocati: affidabilità sulle spese legali

Un tempo c’erano gli studi di settore. Oggi l’Agenzia delle Entrate utilizza gli ISA (Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale), così come da pubblicazione in GU del 12 aprile 2018 («Approvazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale, relativi ad attività economiche dei comparti delle manifatture, dei servizi, del commercio e delle attività professionali e di approvazione delle territorialità specifiche»). Nel software delle Entrate vengono inseriti gli indici rivelatori di capacità contributiva: gli ISA per le spese legali sono il risultato di una media aritmetica. Come si fa a preventivare quanto lavora uno studio legale? Quali indici rilevano? Tra i parametri ISA ci sono il numero di dipendenti e collaboratori, l’importo degli ammortamenti per beni strumentali, gli anni di esperienza etc. da questi elementi si ricava una sorta di pagella. Le categorie che individuano gli avvocati dal punto di vista del fatturato sono:

 

  • I^ categoria: avvocati che esercitano la professione a titolo individuale (quindi senza avvalersi di dipendenti o collaboratori esterni);
  • II^ categoria: avvocati che esercitano a titolo individuale ma affidano a terzi alcune mansioni professionali;
  • III^ categoria: avvocati impiegati quasi esclusivamente per un singolo committente;
  • IV^ categoria: avvocati che esercitano la professione a titolo individuale ma con il supporto di dipendenti o collaboratori;
  • V^ categoria: avvocati che esercitano esclusivamente presso lo studio del committente principale;
  • VI^ categoria: avvocati che esercitano in forma associativa o collettiva.

In chiusura è opportuno anche precisare che esistono alcuni tipi di avvocati esclusi dagli ISA 2018: sono quelli che hanno dichiarato ricavi superiori ai 5.164.569 € oppure quelli che rientrano nel regime forfettario o di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità.

Ti potrebbero interessare ...

Logistica per e-commerce: 5 errori da evitare La gestione della logistica per e-commerce è un procedimento complicato, che spesso viene svolto in modo erroneo. Ecco gli errori più comuni   &...
– Osteria New Inn OSTERIA NEW INN DI TORINO RICERCA 4 CAMERIERI/E DA INSERIRE NEL PROPRIO STAFF SI RICHIEDE DISPONIBILITA AL FULL TIME ANCHE PRIMA ESPERIENZA ETA MAX 35...
– Pronto Riparazioni Roma Prontoriparazioni.it offre servizi di assistenza tecnica a domicilio nella città e nella provincia di Roma. Una squadra di tecnici specializzati ampia...
Perché bisogna sostituire le gomme invernali con p... Ogni anno, il 15 aprile, secondo normativa vigente è necessario montare sulle vetture pneumatici estivi per poter ottenere le massime prestazioni in t...
+++++++
Leisure, Travel & Tourism Professional

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto