3 disavventure nate sui social e finite male nella vita reale

3 disavventure nate sui social e finite male nella vita reale
5 (100%) 3 voti

Tante volte si parla di “vita virtuale” sui social, per sottolineare il culto dell’apparenza che sembra accompagnarle. In molti casi si dimentica una cosa importante: molto di quello che succede sui social è reale, perchè ci sono vere persone (e non robot) che le fanno. Eccovi una rassegna delle 10 disavventure più incredibili che siano capitate a influencer, instagrammers e blogger.

PlaneBae

#PlaneBae è l’hashtag associato alla storia di un flirt in diretta: la cosa interessante è che è nato all’insaputa dei due protagonisti della storia. Tutto nasce su un aereo, nel quale un uomo ed una donna seduti vicino vengono ripresi in una storia di Instagram da due passeggeri sul retro. I due hanno chiacchierato/flirtato, si sono mostrati reciprocamente foto e una volta scesi dall’aereo si sono allontanati insieme. Tutte queste cose, però, non le sappiamo perché le hanno raccontate loro, ma perché le ha rese pubbliche, in diretta, un’altra persona che si trovava sull’aereo mediante Instagram

La storia è diventata virale ed ha messo a repentaglio la vita privata dei due protagonisti.

Attaccata da uno squalo

Katarina Zarutskie è una diciannovenne, studentessa universitaria e instagrammer, che gestisce un blog di lifestyle e possiede un discreto seguito di fan; durante una vacanza con genitori e fidanzato, ha avvistato degli squali in una zona. Cogliendo subito una buona opportunità per fare qualche foto e postare qualche storia, ha deciso di avvicinarsi un po’ per capire se fosse possibile. Quella che sembrava una follia – avvicinarsi a nuoto ad una zona infestata da squali – è diventata una cosa normale, tanto più che la ragazza non ha valutato che la cosa fosse piuttosto pericolosa: è stata attaccata dagli animali ed è riuscita a cavarsela con qualche ferita.

Precipitato da un palazzo

Questa è una triste storia avvenuta a New York, e che risale a qualche giorno fa: il corpo del giovane Jackson Coe, 25 anni, è stato ritrovato riverso per terra nei pressi di Grove Street. Le ferite presenti sul corpo hanno fatto pensare da subito ad una caduta di grossa entità, ed escludendo altre ipotesi (tra cui quella che fosse ubriaco, data la prossimità di una lattina di birra nelle vicinanze) sembrerebbe che l’instagrammer, noto per numerosi e suggestivi autoscatti sull’orlo di grattacieli, sia precipitato da molto in alto.

 

 

(fonti: NYtimes, )

+++++++ Pubblicità +++++++