Grande successo del primo appuntamento di Luoghi Storici e musica

Il Borgo di Chiaia il 25 aprile scorso è diventato lo scenario del primo appuntamento di “Luoghi Storici e Musica” 2018, ad opera dell’associazione Culturale Noi per Napoli con una “Passeggiata guidata tra i Palazzi liberty del Borgo di Chiaia ed il Concerto aperitivo del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli al Teatro Sancarluccio,sito nel primo Palazzo liberty di Napoli,Acquaviva Coppola.

Gli artisti ,in abito bella epoque,hanno sfilato in “carrozza” per le vie di Chiaia, incontrando più volte in corrispondenza di più palazzi il nutrito gruppo di visitatori spettatori, intervenuti per la passeggiata guidata, curata dalla esperta e competente guida Alessandro Ricciardi,esibendosi anche nell’inciso delle arie che sono state parte del programma del recital tenutosi poi al Teatro Sancarluccio, accompagnati al pianoforte dalla pianista Natalyia Apolenskaja e raccontati storicamente dal giornalista Giuseppe Giorgio : tutti i protagonisti del Concerto erano in abito “liberty” ed hanno dato vita quindi ad un duplice spettacolo dentro e fuori al Teatro.

Hanno spaziato in un repertorio dalla romanza da Salotto di Leoncavallo con la celebre Mattinata, dal nostalgico ” Non ti scordar di me “, Musica Proibita, poi l’operetta con brani da La Vedova Allegra, Il Pipistrello, Il Paese del sorriso, brani napoletani da Salotto quali À vucchella e Marchiare, con un’escursione fino a Verdi nel Libiam Nel lieti calici…

Gli spettatori,prima visitatori, hanno apprezzato con lunghi applausi ed ovazioni le eccellenti esecuzioni degli artisti che nella cornice ideale del grazioso Teatro liberty Sancarluccio hanno fatto rivivere le emozioni e il clima dell’epoca .

L’evento è stato realizzato in partnership con Inscena Nuovo Teatro Sancarluccio Napoli e con l’associazione Amici di Skinny e con il contributo anche di ” Acierno autoservizi”.

Sul sito www.noipernapoli.it e sulla pagina fb Associazione Culturale Noi per Napoli è possibile tenersi aggiornati sui prossimi eventi .

Come eliminare lo stress pre matrimonio: consigli e dritte

Organizzare il proprio matrimonio non è affatto semplice, ce ne rendiamo conto. Sono così tante, infatti, le cose da tenere a mente e gli impegni da rispettare che diventa difficilissimo prendersi cura di se e mettere in pausa il tutto. E cosa significa tutto ciò? Semplice: stress accumulato, tensione, ansia e soprattutto incapacità di reagire e di vivere bene un momento importante come il giorno del proprio matrimonio.
Ma come fare a non farsi risucchiare dallo stress pre matrimoniale? Seguite i nostri consigli.

1. Fate una lista dettagliata

Buttare giù gli impegni e creare una lista significa avere una visione di insieme di tutto quello che dovete fare nell’arco del tempo di preparazione del matrimonio. Prendete carta e penna e segnate tutto nei minimi particolari, al fine di avere ben chiaro quali sono le cose più imminenti da fare. Tenere tutto a mente potrebbe essere rischioso oltre che deleterio: può accadere, infatti, di dimenticare un appuntamento o di sentirsi soffocare dalla mole dei tanti impegni a breve termine. Scritto tutto nero su bianco è utile per scacciare stress e panico.

2. Rimandate se ne avete voglia

Se il giorno del vostro matrimonio non è così vicino, potete anche rimandare un appuntamento se ne sentite la necessità. D’altronde, chi vi corre dietro e vi impedisce di farlo? Nessuno. Se volete prendervi un po’ di tempo per voi stesse e desiderate staccare la spina per un po’, depennate tutti gli impegni e rimandateli al giorno dopo. Sarà un toccasana per la vostra mente e per il vostro fisico.

3. Fate yoga

Lo yoga è una tecnica molto utile per riacquisire il pieno controllo del proprio corpo. Iniziate a praticarlo almeno una volta a settimana al fine di prendere questa sana abitudine. Molto spesso è utile farlo anche per una decina di minuti al giorno. Sedete su un tappetino con le gambe chiuse tra voi e liberate la mente da tutto lo stress e da tutte le ansie: vedrete che vi sentirete da subito molto meglio.

4. Delegate

Chi l’ha detto che dobbiate essere sempre in prima linea nell’organizzazione delle vostre nozze? Ci sono wedding planner specializzate proprio in questo disposte ad aiutarvi e a scrollarvi di dosso tutti gli impegni. Cercate quella più vicina a voi. Se ad esempio, state organizzando un matrimonio in Sicilia, chiedete aiuto a delle esperte locali, in modo vivere più serene tutti i preparativi pre nozze.

Burrata di Puglia: come riconoscere se è fresca e come conservarla

L’esaltazione delle papille gustative ad ogni boccone della tenera e cremosa stracciatella è sicuramente il segno indelebile che accompagna la degustazione di una burrata. Ma perché ciò avvenga è necessario che vengano rispettati requisiti di lavorazione e di qualità severi e rigorosi, che distinguono la burrata di Puglia da prodotti caseari di dubbia provenienza. Vediamo allora come riconoscere se una burrata è fresca e come conservarla senza farle perdere le sue proprietà.

Colore, consistenza e sapore: le caratteristiche di una burrata di puglia fresca

Partiamo dalla forma, che deve essere quella di un sacchetto, con l’involucro esterno che deve essere liscio e misurare circa un 1 cm di spessore. Per la chiusura viene utilizzato uno spago alimentare (filo di rafia verde). Il colore è bianco lucente.

All’interno, la succosa stracciatella (composta da filamenti di mozzarella e panna) è morbida e saporita, sempre di colore bianco. La consistenza è soffice e cremosa. Si consiglia l’assaggio congiunto di stracciatella e sacca esterna per massimizzare il piacere gustativo.

Se il colore tende al giallino e il sapore è leggermente acidulo, la burrata non è fresca.

Come conservare la burrata

La burrata pugliese è un prodotto freschissimo, realizzato con materie prime di alta qualità ma soggette a rapido deterioramento.

Per questo motivo se ne consiglia il consumo nel più breve tempo possibile. La burrata non deve subire sbalzi termici, per cui è opportuno, se non servita subito dopo l’acquisto, conservarla in frigorifero ad una temperatura compresa tra i 4°C ed i 6°C. A queste condizioni, la burrata mantiene le sue proprietà.

Se conservata in frigorifero, prima di consumarla, al fine di poter assaporarne il gusto pieno, bisogna che torni a temperatura ambiente in maniera naturale, lasciandola nel suo contenitore e senza utilizzare alcun tipo di fonte di calore.

Come pubblicizzare un azienda? 3 consigli efficaci

Avete aperto da tempo la vostra azienda ma non state riuscendo a raggiungere il successo desiderato? Probabilmente avete creato delle campagne marketing sbagliate o comunque non avete considerato di effettuare delle strategie pubblicitarie ad hoc e perfette per il vostro business.
Niente panico: siete ancora in tempo per rimediare. Basta solo seguire i nostri piccoli e pratici consigli.

1. Promuovetevi con volantini e brochure

La pubblicità cartacea è sempre efficace mai in disuso. Difatti è un ottimo strumento per fare marketing e soprattutto far conoscere la propria azienda da chi non ha la minima idea della nostra esistenza. Potete stampare brochure, volantini, depliant e chi più ne ha, più ne metta! Ovviamente tutto dipende dai vostri obiettivi e dal target che volete avvicinare: ad esempio, la brochure è perfetta per clienti dubbiosi che vengono nella vostra azienda ma non sanno se affidarvi il loro business; i volantini, invece, sono utili per far girare la voce e creare un sano passaparola in città.

2. Create eventi ad hoc

Anche gli eventi permettono di pubblicizzare un marchio. Avete mai pensato di organizzare un evento dove mostrare i vostri prodotti o servizi? Se non l’avete mai fatto, è ora di cominciare! Sulla base del vostro budget a disposizione, scegliete location, relatori e target di riferimento. Potete creare un evento ad ingresso libero, al fine di attrarre i più curiosi o ad inviti, per far girare parola tra gli addetti ai lavori. Per organizzare un evento a puntino e curato nei minimi dettagli, basta solo affidarsi ad esperti in organizzazione di eventi a Como, Milano, Roma e così via.

3. Usate i social

Cosa c’è di meglio di una promozione social per avvicinare più potenziali clienti possibili? Aprite una pagina Facebook, Twitter, Google+ e cominciate a postare testi, contenuti, foto e video per attrarre più followers possibili. Se notate che i seguaci scarseggiano o aumentano in modo troppo lento, non scoraggiatevi. I social richiedono pazienza e tenacia e i risultati non sono sempre così tempestivi come si è portati a pensare. Cercate di pubblicare con costanza ma evitando l’eccesso. Utilizzate in particolar foto immagini e video, da sempre più attrattivi rispetto ai classici testi e vedrete che i risultati arriveranno!

OAM, Organizzazione Agenti Finanziari e Mediatori Creditizi

L’ oam è l’organismo che regola l’attività degli agenti finanziari e i mediatori creditizi, tale organizzazione è attualmente indipendente e autonoma nella gestione della propria attività.
Tale autonomia è necessaria anche per gli elevati profili di competenze necessari alla gestione di tali attività, le competenze necessarie allo svolgimento della funzione di controllo di settori così specifici necessita di una completa autonomia in quanto l’ingerenza di altre autorità non sarebbe all’altezza di comprendere necessità e conseguenze di settori cosi specializzati.
Da luglio 2017 il governo ha deciso che l’ oam dovrà prendersi carico anche delle attività compro oro, l’organismo deve tenere un registro aggiornato nel quale devano essere obbligatoriamente iscritti tutti gli operatori del settore di italia dai compro oro Firenze a quelli di ogni altra città compresi i paesi più piccoli.
Anche in questo caso il governo ha deciso di affidare un settore complesso e delicato come quello dei compro oro all’oam, questo conferma l’elevata affidabilità e le specifiche competenze di questo organismo ritenuto il più idoneo a gestire un settore complesso come quello dei compro oro.

agenti finanziari
Nello specifico l’oam si occupa di vari ambiti andiamo ad analizzarli più nel dettaglio:
Gli agenti finanziari promuovono negoziano e concludono contratti relativi alla concessione di finanziamenti, tali professionisti sono a conoscenza dei prodotti finanziari esistenti e hanno competenze nella capacità di ottenere un finanziamento.
I mediatori creditizi mettono in contatto istituti di credito, banche o intermediari finanziari, con persone interessate all’ottenimento del credito come: finanziamenti a privati e alle imprese, cessioni del quinto dello stipendio, mutui, ecc.
I compro oro sono esercizi commerciali che acquistano oro usato sotto qualsiasi forma pagando un prezzo stabilito in modo autonomo da ogni singolo operatore, l’oro acquistato viene poi rivenduto in blocco ai banchi dei metalli autorizzati alla fusione e alle successive lavorazioni necessarie a riconvertire l’oro usato in oro nuovo.

La scaffalatura portapallet per l’industria alimentare

Il settore dell’industria alimentare è uno dei campi dove il portapallet può senza dubbio essere la risposta ideale alle esigenze quotidiane legate alla logistica. La non uniformità delle misure delle unità di scarico e le esigenze di rifornimento e approvvigionamento, richiedono una tipologia di scaffalature configurabili in maniera facile ma con una ricchezza di accessori a disposizione.

La scaffalatura portapallet è l’ideale per la gestione di merci stoccate su pallet e movimentate tramite carrelli elevatori di ogni tipo. Le stesse scaffalature possono però essere anche usata al livello inferiore come zona picking utilizzata per il prelievo manuale delle merci. In quest’ultima confugurazione, è possibile attrezzarle con ripiani ulteriori, cassettoni e divisori di qualsiasi tipologia.

In alcune particolari configurazioni, il portapallet viene addirittura integrato ad espositori frigo al primo livello, più alto del normale, per creare ulteriori piani in cui stoccare il materiale. È anche utilizzato per lo stoccaggio di formaggi e prosciutti appesi ad appositi rompitratta.

La parte della scaffalatura destinata al picking può essere dotata di rulli per agevolarne la gestione manuale, sfruttando la forza di gravità per lo spostamento delle scorte. Le scaffalature possono inoltre essere corredate da qualsiasi elemento di sicurezza, richiesto soprattutto dai magazzini con alta frequenza di carico/scarico.