3 idee per due giorni di vacanza insieme

Quando arriva il momento di pensare alle ferie si inizia a pensare a cosa fare durante per una vacanza. Ci sono tante cose da fare per passare alcuni giorni di relax e molti di questi sono considerati sono dei veri toccasana per il corpo e la mente.

Infatti, il corpo umano ha bisogno sia di momenti tranquillità, sia di momenti ricchi di adrenalina. Per questo motivo le possibilità di fare vacanze alternative sono sempre di più perché vanno a toccare quello che è chiamato travel experience.

Di che cosa si tratta? È un nuovo modi di fare vacanza in cui non si tratta di essere visitatori passivi che riceve informazioni turistiche su una città, ma significa diventare protagonisti attivi della propria vacanza.

La capacità di emozionarsi è anch’essa una vera e propria vacanza perché ci permette di fare un viaggio dentro noi stessi. Anche se breve, una vacanza di pochi giorni può essere molto significativa.

Idee per fare un viaggio di pochi giorni

Di fatto, un viaggio di due soli giorni, anche se breve, permette di vivere un’esperienza unica perché può essere focalizzato in una determinata esperienza. Riguardo a queste, abbiamo stilato una serie di idee che permettono di passare un fine settimana indimenticabile.

1. Avventura nella neve

La montagna offre molte opportunità per fare una piccola vacanza. Se le piste da sci non sono distanti è possibile trascorrere un fine settimana in pieno inverno sciando o andando sullo snowboard. Con il fine settimana giusto è possibile passare un dolce week end sulla neve tornando a casa stanchi, ma contenti.

2.Viaggio con destinazione segreta

Un’altra delle fantastiche idee per due giorni di vacanza sono i pacchetti vacanza a sorpresa. Che cosa sono? Si tratta di un viaggio in cui si conosce l’aeroporto di partenza ma non quello di destinazione. Le compagnie che creano questi pacchetti sono specializzate per realizzare fine settimana ricchi di sorprese e avventure.

Infatti, la maggior parte di questi box viaggi prevede il volo di andata e ritorno e la sistemazione in hotel inclusa. Di fatto, sono pacchetti dedicati a una travel experience in cui il cuore pulsante è l’emozione di vivere una nuova avventura e di esplorare il mondo, come quando eravamo bambini.

Inoltre, è meglio pianificare questi tipi di viaggi con un leggero anticipo perché in modo da ottenere un ottimo rapporto qualità/prezzo.

3. Week end rilassante in centro benessere

Un’altra idea per trascorrere due giorni di vacanza in compagnia è quello di prenotare un hotel che ha una SPA. È un buon modo per rilassarsi e staccare dalla routine.

Non solo, ci sono molte località che possono essere scelte per passare un fine settimana dedita al benessere e alla cura del corpo.

Molte di queste si trovano nelle campagne italiane, sotto forma di agriturismi e antichi borghi medievali che racchiudono tutto il fascino della storia italiana.

Giochi online gratis: quelli più amati dagli utenti

Con la diffusione capillare degli smartphones e l’utilizzo costante e continuativo dei pc portatili, sempre più utenti si stanno dedicando all’attività ricreativa del gaming online. Sulla rete infatti, si possono trovare moltissimi videogiochi, alcuni ispirati a vecchi titoli arcade che si trovavano nei bar anni or sono, altri invece a giochi di carte o da tavolo più tradizionali. Invece di intasare la propria memoria con applicazioni pesanti infatti, sono in molti ad optare per titoli online divertenti, gratuiti e che non occupano in alcun modo spazio.

I giochi online gratis più amati

Non + facile rintracciare con facilità quali siano i titoli pi˘ apprezzati dai videogiocatori – tanto saltuari quanto quelli più esperti – tuttavia, analizzando i trend di un sito come www.giochistars.it, uno dei più forniti nonchè dei più frequentati, possiamo stilare una lista di nomi tra i più noti.

  • Asso pigliatutto: il nome è tutto un programma, si tratta di uno dei giochi di carte più semplici e simpatici in assoluto. Con un regolamento molto semplice, una giocabilità che non richiede particolare impegno e una grafica accattivante, ben ottimizzata anche per i telefoni, questo gioco online gratuito risulta essere uno dei più amati in assoluto, da grandi e piccini.
  • Il tressette: altro titolo che salta all’occhio per il numero di giocatori appassionati e per il riferimento palese a un altro dei giochi di carte più amati. Il pubblico medio di questo divertente gioco di carte online conosce già le regole per divertirsi, e grazie ai semplici comandi e l’interfaccia gradevole permette di passare ore di svago senza affaticarsi, divertendosi.
  • La scopa: parlando di titoli ispirati a giochi di carte non poteva mancare un riferimento al più classico dei giochi: la scopa. Anche in questo caso, alla semplicità delle regole si unisce una grafica divertente, chiara, accattivante e di semplice fruizione. Senza dubbio uno dei giochi più amati.
  • Lo scopone: per i veri appassionati – che a quanto pare non sono pochi – lo scopone rappresenta però un banco di prova ben più interessante. Si tratta di un videogioco ben più impegnativo della classica scopa, la versione online presenta una schermata colorata, divertente e rilassante, per permettere ai videogiocatori di concentrarsi al massimo e vincere il più possibile.
  • La dama: questo titolo propone una divertente rivisitazione di un altro grande classico dei giochi da tavolo, la dama. Uno dei giochi più semplici e divertenti tra quelli gratuiti presenti sulla rete, per tale motivo conta un numero di giocatori molto divertenti che amano passare le ore a provare nuove strategie sulla scacchiera.

Dopo questa carrellata dei giochi online gratis più interessanti e amati dai videogiocatori della rete, non possiamo non menzionare la possibilità di giocare, oltre che per il semplice intrattenimento personale, anche per il gusto di scalare classifiche, cumulare punteggi sui vari titoli, divertendosi a sfidare, a distanza, amici e sconosciuti. Sono infatti moltissimi gli utenti che, avendo imparato per bene il funzionamento dei singoli titoli, si dilettano a vincere il più possibile per poter salire in classifica, unendo quindi al divertimento del gioco singolo il brivido di una tranquilla e sana competizione.

Coperture per auto in ferro: il confine tra permesso di costruire ed edilizia libera

Una domanda che affligge molte persone che intendo realizzare una copertura per auto in ferro riguarda la questione burocratica. Quando un privato o un’azienda hanno intenzione di allestire una tettoia per il riparo dell’auto è d’obbligo chiedersi se serva o meno il permesso di costruire, se basti procurarsi una DIA o presentare una SCIA.

La soluzione al nodo burocratico non è univoca, a volte ance poco chiara. Talvolta può trattarsi di edilizia libera, altre volte di intervento soggetto a concessioni. Qualunque sia il caso, spesso si rischiano irregolarità e conseguenti contenziosi per abuso edilizio.

Qual è il confine tra l’edilizia libera o l’obbligo di permesso per una copertura auto? Proviamo a fare maggiore chiarezza.

Tettoie posti auto in ferro: le normative

In generale se una tettoia per la copertura di posti auto è fissa, non temporanea ed incide sull’assetto del territorio è necessario il permesso di costruire. Le costruzioni facilmente rimovibili e senza ancoraggi al suolo rientrano piuttosto nell’edilizia libera e richiedono una semplice Dichiarazione di Inizio Attività (DIA).

Una recente sentenza del Consiglio di Stato, la n.4177 del 9 luglio 2017, ha introdotto un’altra discriminante: la finalità della tettoia. In particolare, per stabilirlo bisognerà valutare se si tratti o meno di un arredo urbano, destinato alla migliore fruizione dello spazio. Se la copertura è destinata a un uso stabile e prolungato per il riparo dell’auto sarà necessario il permesso di costruire, altrimenti basta la denuncia di inizio attività.

E se la copertura auto in ferro è dotata di struttura con tetto retrattile ed è aperta su tutti e quattro i lati? In tal caso può rientrare nel concetto di edilizia libera, in quanto non determina né volumi chiusi, né aumenta la superficie coperta utile. È rilevante infatti valutare se la pensilina provoca un aumento del volume e della superficie coperta, oppure se va a creare un nuovo organismo edilizio. Se non altera il prospetto o la sagoma dell’edificio, non amplia gli spazi chiusi o non modifica la destinazione d’uso degli spazi interni non rientra tra le opere soggette a concessioni edilizie.

Come realizzare coperture per auto in ferro senza rischi

Come abbiamo visto, il confine tra una tettoia per auto con o senza permesso è davvero labile e sono molte le contese legali dovute alle mancate autorizzazioni (si veda ad esempio anche la sentenza n. 5008 del 22 agosto 2018). È facile commettere un illecito, reato che tra l’altro non cade in prescrizione, soprattutto come privati cittadini che in autonomia decidono di installare una copertura in ferro per il proprio cortile o lo spazio aziendale.

Per questo, la migliore soluzione è sempre chiedere consulenza a tecnici professionisti, conoscitori della normativa di settore e delle autorizzazioni necessarie. Realizzando coperture per parcheggi e tettoie auto con l’azienda Metexa (https://www.metexa.it/tettoie-per-auto/) ad esempio, ti avvali di esperti progettisti in grado di fornirti soluzioni su misura. Inoltre, possono aiutarti anche nella definizione delle norme, aiutandoti a capire se il tuo progetto può essere inserito tra i casi di edilizia libera o se occorre il permesso di costruire.

Come apparire su Google

Ottenere un buon posizionamento nei risultati di ricerca di Google può sembrare difficile, ma adottando alcuni semplici passaggi consigliati da Google per aiutare il gigante dei motori di ricerca a sapere che sei online, può aiutare.

 

Capire come essere sulla prima pagina di Google può sembrare un compito complesso e travolgente. Google utilizza molti strumenti e algoritmi che vengono aggiornati regolarmente per determinare l’ordine di visualizzazione dei siti Web nei risultati di ricerca. Seguendo alcuni semplici passaggi, è possibile creare un sito web che si trova in cima ai risultati di ricerca del ranking di Google.

 

Cos’è Google?

 

Google è un motore di ricerca per Internet il cui dominio è stato registrato il 15 settembre come mostrato da Wikipedia.  Successivamente, il 4 settembre 1998, è stata fondata la società Google Inc. Oltre a catalogare e indicizzare le risorse del World Wide Web, Google Search si occupa anche di foto, newsgroup, notizie, mappe (Google Maps), email (Gmail), shopping, traduzioni, video e programmi creati da Google Inc.

 

Come puoi avere il sito elencato in Google?

 

Registra il tuo sito con Google Search Console – Google Search Console (in precedenza Strumenti per i Webmaster) è un servizio gratuito di Google che ti consente di inviare il tuo sito web (e la sua sitemap) a Google per l’indicizzazione. Non appena registri il tuo sito con Search Console, Google ti invierà un’email con diversi suggerimenti su come utilizzare lo strumento per massimizzare la visibilità nei risultati. Assicurati di seguirli!

 

Collega il tuo sito a Google MyBusiness – La registrazione della tua attività su Google My Business può farla apparire nei risultati di ricerca geografica pertinenti. Quando lo fai, Google invierà una cartolina contenente un codice: puoi utilizzarla per “verificare” la tua attività commerciale con Google. Questa verifica consente a Google di sapere che la tua attività opera nella posizione fisica che hai dichiarato, il che significa che hai maggiori possibilità di comparire nei risultati di ricerca – e su Google Maps – per le persone che cercano un’attività come la tua nella zona in cui operare.

 

Utilizza parole chiave pertinenti – Google spesso mostra snippet delle meta descrizioni nei risultati di ricerca e può usarli per decidere quanto il tuo sito è pertinente alle ricerche particolari. Oltre a concentrarti sulla creazione di titoli di pagina ottimizzati e meta descrizioni, dovresti cercare di assicurarti che gli URL del tuo sito includono anche le parole chiave su cui ti stai concentrando per scopi di ricerca.

 

Crea backlinks – I backlink sono essenzialmente link da altri siti al tuo sito e in un senso molto semplice Google li considera come “voti” per i tuoi contenuti. Quando una pagina web si collega a qualsiasi altra pagina, si chiama backlink. In passato, i backlink erano la principale metrica per il posizionamento di una pagina web. Una pagina con molti backlink tendeva a posizionarsi più in alto su tutti i principali motori di ricerca, incluso Google. Questo è ancora vero in larga misura.

 

Search engine optimization – L’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) è spesso basata su piccole modifiche a parti del tuo sito web. Se visualizzati singolarmente, questi cambiamenti potrebbero sembrare miglioramenti incrementali, ma se combinati con altre ottimizzazioni, potrebbero avere un impatto notevole sull’esperienza utente e sul rendimento del tuo sito nei risultati di ricerca organici.

 

Probabilmente hai già familiarità con molti degli argomenti di questa guida, perché sono ingredienti essenziali per qualsiasi pagina web, ma potresti non sfruttarli al meglio. Dovresti ottimizzare il tuo sito per soddisfare le esigenze dei tuoi utenti. Uno di questi utenti è un motore di ricerca, che aiuta gli altri utenti a scoprire i tuoi contenuti.

 

Perché usare un consulente SEO

 

Una delle cose più importanti da tenere a mente quando si considera l’assunzione di un consulente SEO è come verranno applicati i loro servizi. I risultati alla fine riveleranno la qualità dei servizi SEO. Molti marchi e aziende sanno che hanno bisogno di SEO per i loro siti Web, e dei vantaggi che otterranno dal lavoro SEO implementato da un consulente. Le ricerche online organiche sono un’importante fonte di acquisizione dei clienti. Per questo motivo, hai bisogno di qualcuno con competenze SEO. La competizione online è troppo grande per lasciare tutto a volontà.

 

La magica visionarietà realistica di Graziano Ciacchini

Graziano Ciacchini ha un’impronta artistica sincera e spontanea. Fa ciò che sente dentro e lo fa a cuore aperto, riesce a descriverci immagini e paesaggi con colori intinti nell’anima che infondono nello spettatore una magica visionarietà realistica. Il suo linguaggio sgorga direttamente da un inconscio puro, come quello di un bambino capace di restare incantato e ammaliato dalle bellezze del mondo circostante. Il fanciullino evocato simbolicamente dall’esimio Maestro Giovanni Pascoli gli appartiene e si manifesta con garbata eleganza poetica. La dottoressa Elena Gollini commentando ed elogiando le caratteristiche distintive della sua ricercata pittura afferma “L’arte di Graziano è dotata di una forza comunicativa immensa e trainante. Si rivolge alle profonde radici della cultura e della tradizione figurativa e al contempo attinge da un articolato comparto fantastico. Nella sua pittura è racchiusa la nostra infanzia ma anche l’infanzia del mondo, che si ergono a vessillo di una dimensione fiabesca. Graziano non è semplicemente un pittore talentuoso e di buon gusto estetico. È un incantatore di anime sognanti, un catalizzatore di sentimenti autentici“. E ancora prosegue sottolineando: “Nella semplicità aggraziata e garbata delle suo composizioni, delle figurazioni e dei soggetti che rappresenta con grande perizia, custodisce una recondita utopia, quella di fare rivivere e rinascere in chi le osserva tutti gli incanti dei ricordi e delle memorie, che ciascuno si porta dentro dalle nostre età favolistiche, per farci ritornare in quella dimensione così unica e speciale“.

Intervista all’artista Graziano Ciacchini: 2018 di soddisfazioni, 2019 di desideri

L’artista toscano Graziano Ciacchini è stato intervistato in occasione dell’inizio del 2019. Il pittore e poeta si racconta tra le soddisfazioni dell’anno appena passato e i desideri dell’anno appena cominciato.

D: Eccoci arrivati al bilancio di fine anno 2018: quale è stata la soddisfazione artistica più grande in questo anno? Quale invece la situazione che ti ha fatto più riflettere sul senso del tuo fare arte?
R: La soddisfazione più importante non è legata ad un evento specifico accaduto durante l’anno, ma all’intero 2018, anno che spero divenga, col tempo, uno spartiacque tra un “prima” ed un “dopo”. Il 2018 è stato denso di idee e di produzione artistica, di esposizioni sia personali che collettive, di molti riconoscimenti di pubblico e di critica, anno nel quale ho conosciuto molte persone che sono diventate estimatrici dei miei lavori ed hanno deciso di portare qualcosa di mio nelle loro case. Insomma il 2018 ha segnato un incremento dei fondamentali artistici ed una continuità che nel passato era mancata. Spero di confermare e possibilmente di incrementare quanto di buono è arrivato. Quello che mi ha fatto più riflette è una verità basilare quella che il lavoro, la dedizione, e la passione, pagano. Non sono tutto, è vero, ma pagano ed io sono molto soddisfatto ed in progress.

D: Esprimi un desiderio per il tuo futuro artistico, un sogno nel cassetto che vorresti realizzare;
R: Il desiderio, da inserire nella letterina a Babbo Natale, è quello già auspicato nella risposta precedente, di crescere e di diffondere i miei lavori in un raggio più ampio possibile. Mi piacerebbe molto esporre in nuove città italiane e perché no, anche all’estero, dove in passato ho già avuto alcune esperienze.

D: Cosa cambieresti nel comune sentire verso il mondo dell’arte? Quali trasformazioni migliorative vorresti vedere concretizzate?
R: Mi piacerebbe molto che il senso dell’arte, sia come ricerca interiore che come conoscenza e cultura del gusto diventasse la materia principale, nelle scuole italiane. Quanto al mondo dell’arte, nel quale quotidianamente si muovono mille e mille persone e personaggi, vorrei che ci fosse più trasparenza e più correttezza. Mi piacerebbe che esistessero persone più votate a scommettere in qualcuno in cui credono e meno personaggi che promettono il nulla dietro lauti compensi, giocando sulle ambizioni o sulla dabbenaggine dei giovani artisti. Questo, che so essere un bel sogno, esalterebbe la qualità ed anche il lavoro di chi, da ogni parte,già oggi, cerca di svolgere il proprio ruolo nel migliore dei modi.