Come affrontare la paura per un intervento chirurgico estetico

A breve dovrete affrontare un intervento di addominoplastica Verona ma avete un grandissimo terrore dell’operazione chirurgico? Si tratta senza dubbio di un sentimento normale: non è così facile, infatti, gestire il pensiero di doversi recare sotto i ferri per ottenere la forma che si è sempre sognato. Tuttavia, non è nemmeno così terribile come si potrebbe pensare.
Qui di seguito vi spiegheremo come fare ad affrontare la paura di un intervento chirurgico estetico in modo da vivere al meglio questa situazione.

1. Fate ogni domanda possibile al vostro medico

Spesso, conoscere in dettaglio come si svolgerà l’intervento, può aiutare a non farsi prendere da paure del tutto inutili. Chiedete qualsiasi cosa a riguardo dell’operazione e cercate di fugare ogni dubbio. Il vostro medico sarà tenuto a darvi tutte le spiegazioni di cui avete bisogno per cui non abbiate timore di fidarvi di lui.

2. Chiedete consiglio ad uno psicologo

Non parliamo di una terapia vera e propria ma solo di una semplice seduta che possa aiutarvi a farvi sentire meglio in vista dell’operazione chirurgica. Uno psicologo addetto potrà essere d’aiuto per ridimensionare la vostra paura e tutti i vostri dubbi. Molto spesso, alcune strutture ospedaliere, anche private, posseggono uno psicologo di fiducia, utile per il supporto di alcuni pazienti. Nel caso in cui la vostra struttura non ce l’abbia, non abbiate vergogna o timore di cercarlo altrove.

3. Fate yoga

Dicono che lo yoga aiuti a controllare il proprio stato d’ansia e le proprie paure. Ebbene, provare non costa di certo nulla. Con l’aiuto di un professionista ma anche con il supporto di alcuni tutorial reperibili in rete, provate a praticare lo yoga tutte le volte che ne avete necessità. Scoprirete uno sport davvero magico ed utile per controllare stati d’ansia, paure e il sopraggiungere di attacchi di panico.

4. Abbiate fiducia

La fiducia nei confronti del medico che effettuerà l’operazione chirurgica è essenziale per vivere questo momento al meglio. Nel caso in cui non nutrite grande stima nei confronti del professionista, probabilmente siete alle prese con un gran problema. in questo caso, farsi qualche domanda sarà d’obbligo!

Avere un sito web: nel 2019 è ancora necessario?

In questo breve articolo intendo discutere con te l’importanza di avere un sito web. Praticamente, voglio riflettere con te se è ancora necessario, nel 2019, farne uno nuovo oppure fare un bel restyling sito web di quello che già hai.

avere un sito webSe stai navigando in rete, trovando il link di questa pagina nella SERP di Google ti consiglio vivamente di leggerlo. Lo sai che nel 2019, avere un sito web, anzi crearsi da sé un sito sembra ancora piuttosto difficile per molti? Infatti, un sito web sembra piuttosto difficile da realizzare per molte persone. Proprio per questo motivo, tantissimi sono quelli che nemmeno provano ad apprendere le modalità di realizzo e di utilizzo di un CMS semplice tra i tanti in circolazione.

Anche se in molti ritengono ormai che non sia più necessario avere un sito web per fare soldi online, io ancora oggi ritengo che sia fondamentale averlo ancora in molte nicchie di mercato, per riuscire a massimizzare la visibilità della tua azienda o attività.

In un certo senso, chi pensa che sia inutile averlo ha ragione, oggi esistono strumenti di maggiore efficacia nel business online. Allo stesso tempo però ritengo abbia torto e ti spiego perché. Chi sostiene che creare un sito web sia inutile è troppo difficile, solitamente pensa che si sprecano energie per ottenere poco e non porti grandi vantaggi economici.

Questo non è del tutto vero! Dipende solo e soltanto da te, perché se ti prendi il tempo per imparare ad utilizzare un CMS, capirai come farlo ed alla fine saprai realizzarne uno. Ovviamente, per renderlo efficace dovrai riuscire a capire molte dinamiche – user experience, strategie di comunicazione, etc. – che fanno di un sito la sua fortuna o meno.

Tuttavia, hai solo bisogno di essere guidato dalle informazioni giuste. Perciò, il mio consiglio è di prenderti il giusto tempo per imparare a farlo. Cerca un mentore onesto, capace di non ingannarti soltanto per il suo tornaconto personale.

Inoltre, non farti ingannare da chi cerca di convincerti a pensare che i siti web non siano necessari. Sarebbe un peccato per te perdere questa opportunità di portare la tua attività sul web. Certamente, la cosa che posso ulteriormente consigliarti e di capire come sfruttare il web marketing per massimizzare gli investimenti da fare nel tuo business online. Dunque, trova qualcuno che possa aiutarti in questo.

Ora ti starai chiedendo perché esistono persone che convincono la gente a credere che non ha importanza avere un sito web. Bene, semplicemente perché alcune persone non sanno come creare correttamente un sito web che possa ottenere ancora delle buone rese in termini di ritorno sull’investimento fatto.

Queste persone preferiscono evidenziare come i siti siano una vera e propria perdita di tempo, senza poi considerare che esistono tantissime nicchie di mercato che possono ancora sfruttare questo fantastico mezzo di comunicazione digitale.

Perciò, al fine di evitare di perderti questa grande opportunità, per essere in grado di ottimizzare i tuoi investimenti pubblicitari, dovresti pensare realmente di avere il tuo sito web personale. Questa è ancora la strada da percorrere nel 2019.

Ora, se ritieni che il pensiero di questo mio articolo possa essere realmente condiviso anche da te, agisci già da adesso. Intendo dire che se ritieni importante essere presente online in maniera del tutto verticale (con i tanti strumenti e le molte tecniche che offre il web), un sito web non può far altro che avvantaggiarti sulla tua concorrenza.

Spero tu possa gradire questo mio articolo e quello che intendo farti capire. In bocca al lupo!

Autore: Raffaele Di Mauro – webjumpsolutions.it

Come diventare uno sviluppatore

Tutti vogliono fare la prossima applicazione mobile di successo. Fare lo sviluppatore può essere un ottimo modo per fare soldi… se sai sviluppare app per smartphone. Ma da dove iniziare? A seconda della situazione attuale e delle intenzioni, ci sono alcuni percorsi diversi che puoi percorrere.

Le app mobili sono più popolari che mai, non si può negarlo. Le applicazioni mobili genereranno miliardi di euro di entrate attraverso gli app store e la pubblicità in-app.

Formazione e abilità di base essenziali

Essere uno sviluppatore di app mobile, è necessario possedere competenze e conoscenze di sviluppo del software. Questo potrebbe essere ben servito perseguendo e guadagnando una laurea in informatica o una disciplina simile.

Tuttavia, se hai intenzione di eseguire il bootstrap nello sviluppo del software, dovrai padroneggiare:

  • Principi di progettazione software
  • Comprensione del processo di sviluppo del software, compreso il ciclo di progettazione-sviluppo-test-rilascio-mantenimento e supporto
  • Esposizione e comprensione di alcune metodologie di sviluppo (Agile, Scrum e così via) e piattaforme o ambienti di sviluppo
  • Conoscenza di due o più linguaggi di programmazione come SQL, Java, JavaScript, C # o C ++, Python, PHP, Ruby on Rails o iOS

Scegli una delle principali piattaforme

Le piattaforme principali sono Android, Apple e Windows. Puoi imparare a codificare per tutte queste piattaforme, ma probabilmente devi sceglierne una al momento del primo avvio. Android è il mercato dominante, ma Apple non è molto indietro. Uno di questi due sarebbe un buon punto di partenza.

Ad esempio, Apple offre iOS Dev Center. Qui, puoi visualizzare tutorial e video per aiutarti a imparare a programmare. Android ha un sito simile, Android Developers Training.

Essere determinato

Non è sufficiente che tu voglia solo imparare a sviluppare applicazioni. Prima di tutto devi avere la convinzione interiore che questo è ciò che vuoi fare. Devi essere determinato che questo è ciò che vuoi fare. Dopo aver avuto la determinazione, allora puoi essere sicuro di avere lo zelo per perseguirlo.

Domina queste 2 aree

  • Mobile user interface design – L’interfaccia utente e il suo impatto su UX è molto importante per lo sviluppo di app mobili, perché è ciò che determina il successo della tua app. La scarsa progettazione dell’interfaccia utente può comportare una scarsa accessibilità per gli utenti, il che non li incoraggia a trascorrere più tempo con le app mobili.
  • Programmazione – Come sviluppatore mobile, devi scrivere un codice pulito per creare applicazioni che siano user-friendly. Gli sviluppatori pensano in modo creativo a come gli utenti incorporano i loro dispositivi mobili nelle loro vite e quindi creano applicazioni che li aiutano a completare varie attività. Questo lavoro coinvolge non solo le competenze tecniche, ma anche una mente aperta.

Diventare uno sviluppatore di app per dispositivi mobili da zero è un lungo viaggio. Devi sentirti motivato ogni giorno per sederti di fronte al  tuo laptop e innamorarti del mondo delle app. Se sei davvero ispirato a diventare uno sviluppatore di app per dispositivi mobili e vuoi vedere la tua app su oltre 1 miliardo di dispositivi, questo lungo viaggio ti piacerà.

Strumenti di sviluppo di app mobili

Xamarin è la scelta preferita per le applicazioni mobile native. Basato sul linguaggio di programmazione C #, gira sull’infrastruttura in linguaggio comune .NET. Questo strumento è ampiamente utilizzato per creare app per piattaforme iOS, Windows e Android. Xamarin è un framework mono che consente la comunicazione con l’API dei dispositivi mobili. Consente inoltre agli sviluppatori di applicazioni mobili di creare applicazioni scalabili e robuste con l’ausilio del proprio QA e delle funzionalità di test.

Appcelerator. Di solito, Appcelerator “accelera” il processo di sviluppo dell’app in quanto consente agli sviluppatori di creare app con meno righe di codice. Supporta iOS, Android, Windows e applicazioni HTML5 basate su browser. Se è necessario sviluppare un’applicazione nativa o un’applicazione multipiattaforma, Appcelerator può essere la scelta giusta. Aiuta principalmente lo sviluppo quando l’applicazione reagisce con un servizio web.

PhoneGap rientra nella categoria dello sviluppo di app multipiattaforma. Uno dei principali vantaggi di PhoneGap è che può essere utilizzato per creare un’unica app che funzioni su tutti i dispositivi mobili. Funziona su HTML5, CSS3 e JavaScript.

Il framework è integrato con diverse librerie per migliorare la funzionalità e risparmiare un sacco di tempo. Essendo uno strumento flessibile, consente lo sviluppo di varie applicazioni mobili con sforzi minori. Gli sviluppatori possono estendere la funzionalità dell’applicazione con l’aiuto dell’architettura plug-in.

Le applicazioni sviluppate con PhoneGap funzionano in modo uniforme su più piattaforme e offrono lo stesso aspetto. Inoltre, il potente sistema di backend aumenta la velocità di sviluppo delle app mobili. Un’altra caratteristica sorprendente dello strumento è che usa l’hardware del dispositivo come la fotocamera, l’accelerometro, la geo-localizzazione, ecc.

Sencha Touch è un framework JavaScript basato su MVC per creare app mobili. Una delle caratteristiche uniche di un’app mobile è la possibilità di usarlo con il semplice tocco delle dita anziché con il mouse o con i tasti. Sencha Touch offre un alto livello di reattività per la tua applicazione e questo aiuta a migliorare la soddisfazione del cliente. Compatibile con tutte le ultime versioni di Android, iOS e Blackberry, è utilizzato per creare app facili da navigare.

Gli sviluppatori possono codificare in formato HTML5 quando usano Sencha per lo sviluppo di app per dispositivi mobili. Dopo che il codice è stato creato o convertito in HTML5, diventa più facile utilizzarlo su Android e su iOS. Il codice può essere tradotto con l’aiuto di un altro strumento come PhoneGap.

Ionic è un framework di sviluppo di app per dispositivi mobili HTML5 ampiamente utilizzato per la creazione di applicazioni mobili ibride. Essendo un SDK open source completo, consente di creare app mobili ibride utilizzando tecnologie web come CSS, HTML5 e SASS.

Offre grandi strumenti e servizi per creare app altamente interattive. Ionic viene fornito con numerosi componenti CSS predefiniti e componenti JavaScript per la creazione di app mobili. Poiché è basato sul framework AngularJS, diventa più facile creare applicazioni.

 

Sei senza idee per il compleanno? Pensa a un biglietto regalo di viaggio

I momenti di festa sono accompagnati dai regali e quando ne regaliamo uno alla dolce metà o a un proprio familiare è importante avere un certo gusto a riguardo. Inoltre, ci sono tanti stili che si possono usare per scrivere il biglietto. Uno di questi può essere lo stile elegante nel caso ci sia una celebrazione importante, come un matrimonio. Oppure uno uno stile più grottesco nel caso l’evento sia una laurea o una festa tra amici.

Certo, ogni biglietto deve essere legato al contesto per cui si presenta il regalo.

Regalare un biglietto per un viaggio unico

L’idea di regalare una vacanza non esclude quella di creare dei biglietti originali, infatti molte persone usano dei biglietti creativi per regalare un fine settimana in una delle capitale europee. Viaggiare è importante perché ci mette nella condizione di incontrare nuove persone e vivere nuove esperienze. Sono queste quelle che ci rendono quelli che siamo.

A volte, può capitare di preparare un bel regalo, ma non viene posta molta attenzione nella parte estetica. Non preoccuparti, perché ci sono tante idee alternative per rendere un biglietto regalo di viaggio indimenticabile. Una di queste, potrebbe essere quella di aggiungere al biglietto un cartellone con delle fotografie per dare importanza a un periodo della vita o a una relazione. Non solo, il biglietto regalo può essere inserito anche all’interno della busta, soprattutto quando è di dimensioni piccolo ed allegato a un voucher.

Un’altra idea per creare una confezione regalo per un buono da spendere in viaggi è quello di inserirlo all’interno di una Matrioska. In modo che il festeggiato le apra fino a trovare il suo regalo.

Allora, vediamo adesso quali potrebbero essere le migliori idee per realizzare il biglietto da regalare per una vacanza.

Il biglietto regalo giusto per la tua vacanza

Per scrivere il biglietto bisogna considerare chi è il destinatario. Se chi lo riceverà è la tua ragazza o il tuo ragazzo, anche il biglietto deve avere le caratteristiche giuste. Infatti, si può accompagnare ad alcune brevi frasi per ricordare le motivazioni per il quale rimaniamo con tale persona.

Se il destinatario del biglietto è un familiare, come il fratello o la sorella, un semplice biglietti ricordando che siamo presenti è più che sufficiente. Inoltre, se il regalo è in occasione di un momento importante come una laurea, si può creare un biglietto in affiancato a dei simpatici gadget.

Aspetta, ma se il biglietto viaggio è per una persona sola, come si potrebbe impostare? Ci sono molte motivazioni per cui le persone iniziano un viaggio solitario. Molti lo fanno per prendersi del tempo per stare con sé stessi e staccare dalla routine. Altri, invece, lo fanno per affrontare delle sfide e realizzare dei sogni che hanno sempre sognato.

Inoltre, se partecipi a un regalo per un tuo amico che include un buono per acquistare un volo per fare una lunga vacanza puoi scrivere un biglietto di incoraggiamento. Molte persone lo fanno, soprattutto per gli amici stretti che si trovano ad affrontare alcune difficoltà impreviste.

5 domande per un consulente SEO

Se il tuo sito non viene visualizzato nella prima pagina dei risultati di ricerca su Google, i tuoi potenziali clienti potrebbero non sapere nemmeno che esisti. Una migliore visibilità del motore di ricerca può essere fondamentale per aumentare le visite al tuo sito web, il che può portare a maggiori vendite e profitti.

Se ti trovi in questa situazione, hai sicuramente bisogno di una consulenza SEO. Potrebbe essere sensato assumere un consulente SEO esperto e affidabile. Ecco 10 domande fondamentali da porre quando si considerano i potenziali consulenti SEO:

#1. Posso avere un elenco di clienti attuali e passati?

Un consulente SEO rispettabile dovrebbe essere aperto a condividere un breve elenco di clienti attuali e precedenti e le sue informazioni di contatto.

#2. Come migliorerai il posizionamento del mio sito web sui motori di ricerca?

Dovrebbero spiegare le strategie che useranno e stimare quanto tempo ci vorrà per raggiungere gli obiettivi della campagna SEO su cui sei d’accordo.

#3. Chi implementa le modifiche tecniche?

Prima di impegnarti in un contratto SEO, assicurati di sapere chi è responsabile per ogni attività, se necessario assumere uno sviluppatore per implementare le modifiche che raccomandano.

#4. Attualmente lavori con qualcuno dei nostri concorrenti?

Tuttavia, tieni presente che, se l’agenzia sta lavorando per i tuoi concorrenti, i concorrenti potrebbero pagare più di te e ottenere più servizi ogni mese di quelli che ti vengono proposti.

#5. Qual è il tuo approccio al seo?

L’algoritmo di Google è costruito con un obiettivo finale in mente, che è quello di rendere l’esperienza del consumatore una buona. Il tuo sito web deve essere parte del processo.

Se vuoi che la tua attività essere trovata nella nuova era della ricerca online, hai bisogno dei servizi di un consulente  SEO motivato e qualificato.

Entrare nel mondo SEO non è mai troppo tardi, soprattutto perché l’opportunità online è un evento in corso. Non ci sono scorciatoie, ma ci sono molti spazi per coloro che credono che SEO vale la pena.

L’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) è una pratica in costante evoluzione, poiché i motori di ricerca continuano ad aggiornare i loro algoritmi per fornire un’esperienza utente migliore. La SEO moderna funziona solo come parte di una strategia di marketing digitale integrata e olistica.

 

Un rivestimento che può salvare la vita

I pavimenti e le protezioni antitrauma sono speciali rivestimenti più morbidi dei normali pavimenti e rivestimento per pareti, sono utilizzati in molti settori, ma in particolare vengono utilizzati come pavimenti e rivestimenti in, asili, parchi giochi per bambini, palestre e tutti quegli spazi in cui è necessario avere una superficie capace di attutire eventuali traumi da caduta o da impatto accidentale. In Italia tali rivestimenti sono diventati obbligo di legge da quando è stata recepita la normativa europea UNI EN 1177, che stabilisce appunto l’obbligo di posare tali materiali protettivi nelle aree giochi per bambini, esterne ed interne e quindi anche nelle palestre per l’infanzia, negli asili e nelle strutture sportive scuole. La normativa stabilisce le caratteristiche che i pavimenti e le protezioni antitrauma, siano essi sotto forma di rotolo o in mattonelle, devono presentare. Lo spessore del rivestimento deve essere compreso tra i 3 e i 10 centimetri: questo è considerato lo spessore corretto affinché la superficie riesca ad assorbire e disperdere l’energia sprigionata nell’urto, in modo che il medesimo non causi lesioni gravi o la morte del soggetto. Il Criterio delle Lesioni alla Testa (HIC – Head Injury Criterion) è il parametro studiato per misurare la gravità delle lesioni derivanti da urti e da cadute. Esso considera l’energia cinetica della testa di un soggetto al momento dell’impatto con la superficie e fissa a 1000 il limite oltre il quale le lesioni possono essere letali. I pavimenti antitrauma per essere in linea con la normativa e rispettare tale limite, devono essere posati in tutte le strutture di gioco con altezza di caduta superiore ai 60 centimetri. Un rivestimento di qualità può davvero fare la differenza tra la vita e la morte, è quindi importante affidarsi ad esperti del settore. Keloo è un’azienda leader nel settore e vanta una lunga storia nella ricerca dei materiali più idonei.